CINEMA 15 Gennaio Gen 2015 0600 15 gennaio 2015

Film novità 2015, da «La Teoria del Tutto» a «Exodus»

In sala la pellicola sulla vita dell'astrofisico Stephen Hawking. Hungry Hearts. E il nuovo di Ridley Scott. Le uscite della settimana.

  • ...

A pochi giorni di distanza dalla vittoria di due prestigiosi Golden Globe, conquistati dall'attore Eddie Redmayne e dalla suggestiva colonna sonora, arriva nei cinema l'emozionante La Teoria del Tutto, che racconta la storia di Stephen Hawking e sua moglie Jane con grande rispetto e intensità.
Doppia vittoria, ma alla Mostra del cinema di Venezia, anche per Hungry Hearts di Saverio Costanzo che, a settembre, ha fatto conquistare ad Adam Driver e Alba Rohrwacher la prestigiosa Coppa Volpi nonostate il film abbia più di un difetto.
RIDLEY SCOTT SOTTO TONO. Delusione, invece, per il ritorno sul grande schermo di Ridley Scott con il biblico Exodus – Dei e Re, sostenuto da ottimi effetti speciali ma poca originalità nel riportare ancora una volta nei cinema la storia di Mosè.
Sono poi piacevoli e adatte a un pubblico famigliare tre delle nuove proposte settimanali: Asterix e il Regno degli Dei, nuovo lungometraggio animato tratto dai divertenti fumetti di Goscinny e Uderzo, l'opera prima Banana, e Italo, ispirato alla storia vera di un cane che ha conquistato il cuore di un'intera città.
Sarà infine proiettato il 15 e il 16 a Biassono, il 27 a Rondinella e Monza, e il 29 a Lissone, il film KZ, che ripercorre con interviste e ricostruzioni quanto accaduto a tre giovani italiani, deportati nei campi di concentramento tra il 1943 e il 1944.

Eddie Redmayne interpreta Stephen Hawking in La Teoria del Tutto.

Asterix e il Regno degli Dei

I personaggi creati da René Goscinny e Albert Uderzo, grazie a situazioni divertenti, colori accesi e cura per i dettagli, ritornano nei cinema in una versione visivamente moderna che rispetta il fumetto originale.
Nel 50 a.C. Giulio Cesare decide di costruire una città per le vacanze accanto al villaggio dell'Armorica in cui i Galli continuano a resistere all'invasione romana, per farli cedere al richiamo economico.
Asterix, Obelix, Panoramix e Idefix lotteranno per evitarlo.
TANTO BRIO E QUALCHE RIFLESSIONE. Il confronto diretto tra le due popolazioni genera molti momenti divertenti e non mancano concitate scene d'azione e lo spazio per l'amicizia tra 'nemici', grazie all'incontro tra Obelix e una famiglia giunta in Armorica.
Asterix e il Regno degli Dei regala leggerezza e qualche spunto di riflessione sul concetto di straniero e sul legame alle proprie origini, senza difficoltà e con molto brio. Piacevole.

Regia: Alexandre Astier, Louis Clichy; genere: animazione (Francia, 2014).

Banana

Il regista Andrea Jublin, dopo il successo del suo cortometraggio Il Supplente, debutta sul grande schermo con Banana.
I protagonisti sono un gruppo di ragazzi di prima superiore, alle prese con la complicata quotidianità degli adolescenti.
Banana (Marco Todisco) è convinto si debba cercare la felicità e si impegna in ogni modo per conquistare una sua compagna di classe che, però, rischia di essere bocciata.
ISPIRATO AL MONDO DEL CALCIO. Ispirandosi al mondo del calcio brasiliano di cui è un grande appassionato, Banana decide quindi di avvicinarsi alla vita giocando in attacco.
Sarà interessante scoprire se l'opera prima di Jublin abbia trovato la formula giusta per rappresentare in modo non stereotipato e convenzionale i giovani. Esordiente.

Regia: Andrea Jublin; genere: commedia (Italia, 2015); attori; Marco Todisco, Beatrice Modica, Giselda Volodi, Camilla Filippi, Anna Bonaiuto, Giorgio Colangeli.

Exodus - Dei e re

Dopo Darren Aronofsky con il suo Noah, anche Ridley Scott si dedica a tematiche bibliche e firma Exodus - Dei e Re.
Nei ruoli di Mosè, cresciuto nella famiglia del Faraone e poi destinato a guidare gli israeliti, e Ramses, che si oppone alla liberazione degli schiavi, ci sono Christian Bale e Joel Edgerton.
Solo alcuni passaggi narrativi si allontanano dalla tradizione (in particolare la rappresentazione di Dio che appare come un bambino), e gli effetti speciali di ottima qualità e una regia dinamica non risollevano il film da un risultato piuttosto deludente.
SULLE ORME DE IL GLADIATORE. Non mancano purtroppo ancora una volta gli elementi alla base de Il Gladiatore: gelosia, desiderio di potere, fede, onore e sacrifico.
Scott, tuttavia, in Exodus rimane sulla superficie di tematiche, eventi, e personaggi, interpretati in modo efficace ma non del tutto convincente da parte del cast. Deludente.

Regia: Ridley Scott; genere: drammatico (Usa, 2014); attori: Christian Bale, Joel Edgerton, John Turturro, Aaron Paul, Ben Mendelsohn, Sigourney Weaver.

Hungry Hearts

Ispiratosi al romanzo Il bambino indaco, il regista Saverio Costanzo racconta la storia di Mina (Alba Rohrwacher), un'italiana trasferitasi a New York, e Jude (Adam Driver).
La coppia, incontratasi per caso, si innamora, si sposa e attende con gioia il primo figlio.
La gravidanza fa però emergere l'ossessione di Mina, che non vuole contaminare suo figlio con sostanze nocive rischiando però di causargli seri problemi di salute e mettendo a rischio il proprio matrimonio.
PROVA CONVINCENTE DEI DUE PROTAGONISTI. L'inizio leggero lascia ben presto posto a un'atmosfera cupa e tesa, ben sostenuta dai due attori protagonisti.
Costanzo, tuttavia, sembra quasi perdere il controllo della situazione quando Hungry Hearts assume caratteristiche da thriller psicologico, esplorando la fragilità della mente umana e le conseguenze dell'eccesso di amore e razionalità, senza trovare mai la giusta chiave di lettura utile a non far scivolare nell'assurdo il finale della storia. Discontinuo.

Regia: Saverio Costanzo; genere: drammatico (Italia, 2014); attori: Adam Driver, Alba Rohrwacher, Roberta Maxwell, Al Roffe.

Italo

La regista Alessia Scarso porta sul grande schermo la vera storia di un cane, in grado di cambiare persino la vita di un intero paese.
Nelle campagne di Scicli, in provincia di Ragusa, nel 2009 appare per la strada un meticcio senza padrone, o forse abbandonato, presto una presenza fissa nella via più ricca di ristoranti e persino in chiesa, nonostante la disapprovazione del parroco, e un amato membro della comunità.
UNA PELLICOLA PER TUTTE LE ETÀ. Attraverso la sua storia, Italo sfiora con semplicità e delicatezza le tematiche alla base della vita quotidiana di ognuno di noi: dall'amicizia all'amore, fino ai pregiudizi e alle tradizioni locali.
Marco Bocci, dopo Squadra Antimafia, affronta il suo primo ruolo da protagonista al cinema con una storia in grado di rivolgersi al pubblico di tutte le età. Speranzoso.

Regia: Alessia Scarso; genere: ragazzi (Italia, 2015); attori: Marco Bocci, Elena Radonicich, Barbara Tabita, Vincenzo Lauretta, Martina Antoci.

La Teoria del Tutto

La Teoria del Tutto racconta la vita del cosmologo Stephen Hawking (Eddie Redmayne) attraverso la storia d'amore con Jane Wilde (Felicity Jones), conosciuta prima che gli venisse diagnosticata l'atrofia muscolare progressiva, con una prospettiva di vita di soli due anni.
La coppia affronterà insieme ogni ostacolo e Stephen, grazie al sostegno della moglie, avrà la forza di reagire e proseguire i propri studi.
James Marsh, con una regia avvolgente e un paio di sequenze memorabili che sfruttano in modo originale le teorie di Hawking, firma un film dal grande impatto emotivo.
UN REDMAYNE IMPECCABILE. Redmayne è impeccabile e memorabile in ogni passaggio, dalla sua trasformazione fisica all'intensità dello sguardo, e Felicity Jones fa emergere la sensibilità e il coraggio di Jane.
La Teoria del Tutto possiede la capacità di superare i confini della biografia per diventare una potente celebrazione della mente e dell'amore, rispettando i protagonisti e ripercorrendone la storia con realismo. Intenso.

Regia: James Marsh; genere: drammatico (Regno Unito, 2014); attori: Eddie Redmayne, Felicity Jones, Charlie Cox, David Thewlis, Emily Watson, Simon McBurney.

KZ

Tra il 1943 e il 1944, i tre giovani Guido Valota di Sesto San Giovanni, Angelo Ratti di Cernusco sul Naviglio e Venanzio Gibillini di Milano vengono arrestati e deportati nei campi di concentramento di Mauthausen, Flossenburg e Dachau.
KZ racconta, unendo interviste e sequenze in cui vengono ricostruiti gli eventi, una tragica pagina della storia italiana attraverso le loro vite, intrecciatesi nel corso degli anni.
RISULTATO SOPRA LE ASPETTATIVE. Il film, realizzato dagli allievi del quarto anno della Formazione Professionale Salesiana di Sesto San Giovanni sotto la guida di Filippo Grilli, riesce con molta semplicità e con un approccio essenziale, che non priva di drammaticità la tematica, a ottenere un risultato al di sopra delle aspettative anche grazie alla regia di Ermanno Alini, ben adatto a essere proposto alle giovani generazioni, ma non solo, a scopi educativi. Storico.

Regia: Ermanno Alini, Filippo Grilli; genere: drammatico, documentario (Italia, 2014); attori: Marco Maggioni, Luca Pirola, Michele Ramondino.

Correlati

Potresti esserti perso