ARTE 2 Febbraio Feb 2015 1040 02 febbraio 2015

Bronzi di Michelangelo scoperti al Fitzwilliam museum di Cambridge

Si tratta di due uomini a cavallo di pantere. Ma l'attribuzione è ancora controversa. Foto.

  • ...

Due uomini con i corpi scolpiti a cavallo di due pantere mentre salutano con il braccio (guarda le foto).
Potrebbero essere questi gli unici due bronzi di Michelangelo, anche se non c'è ancora la certezza sull'attribuzione.
L'opera si trova al Fitzwilliam museum di Cambridge e i ricercatori stanno svolgendo gli ultimi studi per capire se davvero appartengono al genio italiano.
Per la certezza che i due bronzi, simbolo di virilità, siano davvero stati modellati da Michelangelo, si deve aspettare luglio quando è previsto siano diffusi i risultati definitivi della ricerca.
NELLE MANI DEI ROTHSCHILD. Fino a oggi, infatti, le opere erano chiamate «bronzi di Rothschild», dal nome dell'ultimo proprietario registrato.
Secondo quanto si sa, il nipote del fondatore della dinastia di banchieri - Adolphe de Rothschild - li avrebbe acquistati direttamente dai Borbone. È poi stato il figlio Maurice de Rothschild a trasferirli nel Dopoguerra in Svizzera.
OPERE VENDUTE ALL'ASTA. Quindi i due bronzi sono finiti nelle mani di Edmond Rothschild: alla morte di quest'ultimo le opere sono state assegnate a un collezionista francese e poi dimenticate fino al 2002 quando le ha acquistate un britannico a un'asta di Sotheby's dove erano state presentate come l'opera di Benvenuto Cellini.
COMUNITÀ D'ARTE ALL'OPERA. Ad accorgersi del possibile errore di attribuzione è stato Paul Joannides, professore di Storia dell'Arte dell'università di Cambridge, impressionato dalla somiglianza delle sue statue con il disegno di un apprendista di Michelangelo. A quel punto altri esperti si sono interessati al caso e ora sono a un passo dallo svelare la verità sui dui bronzi a cavallo delle pantere.

Correlati

Potresti esserti perso