Giovanni Caccamo 150214001354
SPETTACOLI 14 Febbraio Feb 2015 0010 14 febbraio 2015

Festival di Sanremo, Caccamo trionfa tra le Nuove proposte

I KuTso sconfitti in finale. All'Ariston risate con Virginia Raffaele. Sammy commuove. E canta pure Conte.

  • ...

Giovanni Caccamo.

Quarta serata e primi riconoscimenti per il Festival di Sanremo, alla penultima tappa di una kermesse finora molto apprezzata dal pubblico.
A trionfare nel concorso riservato alle Nuove proposte della 65esima edizione è stato Giovanni Caccamo, con il brano Ritornerò da te, che ha avuto la meglio sui KuTso, in gara con Elisa. Proprio i KuTso nel primo faccia a faccia della serata avevano avuto la meglio su Amara, mentre Caccamo era uscito vincitore dallo scontro diretto con Enrico Nigiotti.
SUO ANCHE IL PREMIO DELLA CRITICA. Con 45 voti, il 24enne ragusano si è aggiudicato anche il premio della Critica Mia Martini. È dunque la vittoria di un nuovo esponente della musica cantautorale più elegante (è coautore delle musiche del brano di Malika Ayane) che ha sconfitto i KuTso, simpatici casinisti e rockettari. In semifinale il chitarrista, chiuso in una finta doccia, si era presentato con una maschera di Carlo Conti. «Uno scherzo del KuTso», il commento del conduttore cresciuto a pane e cabaret.
ALLEVI SUPEROSPITE . Il superospite della quarta serata è stato Giovanni Allevi, che alla vigilia di San Valentino ha sfoggiato il live al pianoforte, solo sul palco dell’Ariston e in anteprima tivù assoluta, di Loving you, una delle tracce del suo nuovo album.
VIRGINA RAFFAELE TRAVOLGENTE. Per la parte comica spazio a Virginia Raffaele, che ha stupito tutti vestendo i panni di una Ornella Vanoni che a molti sarà parsa autentica. Tra classici del repertorio, insolite cover di Jovanotti ed esilaranti sketch con l'orchestra.
CONTE RASSICURA SUL FUTURO. Sul palco anche il commissario tecnico della Nazionale Antonio Conte, che ha raccontato la playlist della sua vita e confermato l'intenzione di non abbandonare l'azzurro. Accennando pure qualche verso di Si può dare di più.
SAMMY COMMUOVE L'ARISTON. A commuovere la platea è stato, invece, Sammy Basso, il ragazzo di 19 anni, affetto dalla progeria, sindrome da invecchiamento precoce che conta un centinaio di casi al mondo. Seduto in prima fila con i genitori, Carlo Conti lo ha invitato a salire sul palco. Lui, che studia Fisica all'università, per rendere un po' meno normale questo Festival («come hanno detto ieri Luca e Paolo») ha inforcato un paio di occhiali verdi da extraterrestre. Sammy ha fondato una Onlus per raccogliere fondi per la ricerca sulla malattia ed è stato protagonista di un viaggio negli Usa diventato un documentario di National Geographic.
RIECCO TUTTI I BIG. Tornando alle canzoni, nel corso della serata si sono nuovamente esibiti sul palco tutti e 20 i Big, con le loro canzoni già ascoltate nelle prime due serate. Le votazioni, con il sistema tripartito di televoto, giuria esperti e demoscopica, determineranno la classifica che sancirà i 16 brani per la finalissima del 14 febbraio.
BOOM DI ASCOLTI. Non è comunque il nome dei vincitori che potrà cambiare il bilancio di questa edizione: per Carlo Conti è stato un trionfo, per usare le parole del direttore di RaiUno, Giancarlo Leone. Boom di ascolti, un italiano su due davanti alla tivù a vedere il Festival. L'operazione di riportare Sanremo nel solco della tradizione ha dato i risultati sperati, proprio perché Conti ha dato la sua cifra e il pubblico è abituato a conoscerla.

Tweet riguardo #festivaldisanremo



Articoli Correlati

Potresti esserti perso