Sanremo 150214235313
MUSICA 14 Febbraio Feb 2015 2036 14 febbraio 2015

Festival di Sanremo, il live della finale

Il trio di Grande amore vince. Nek secondo, Malika Ayane terza. Ospite Smith. Nannini stecca. Panariello fa il Crozza. Un'edizione catastrofica, ma vincente. Le pagelle.

  • ...

Carlo Conti scatta una foto ad Arisa, Emma, Ed Sheeran e Rocio Munoz Morales.

Alla fine hanno vinto i favoriti. Il trio de Il Volo con Grande amore.
E davanti alla tivù stavolta c'era pure il premier.
Mancava (quasi) solo lui, a giudicare dal picco di ascolti di tutta l'edizione 2015: un successone nonostante tanti aspetti catastrofici.
La finale del Festival di Sanremo (leggi le pagelle della serata) ha potuto contare anche su Matteo Renzi nella lista degli spettatori.
«Certo che lo vedo. Lasciatemi mandare un abbraccio a Carlo Conti per questa edizione», aveva detto il presidente del Consiglio al Tg1.
La canzone coi favori del pronostico secondo la Snai, con quota 1,65, ha preceduto Nek (secondo) e Malika Ayane (terza).
IL SUPER OSPITE È STATO WILL SMITH. La star della serata finale è stata Will Smith, che è stato già ospite di Paolo Bonolis nel 2005.
È arrivato per presentare il suo nuovo film, Focus - Niente è come sembra, scritto e diretto da Glenn Ficarra e John Requa, nelle sale dal 5 marzo con la Warner, interpretato con Margot Robbie, anche lei all'Ariston.
«La mia infanzia è stata segnata da un brano che cantava sempre mia nonna, Volare», racconta Smith accennandone il ritornello.

Will Smith e Margot Robbie.

Tweet riguardo #Sanremo2015

Il liveblogging

01.12 - VINCE IL VOLO CON GRANDE AMORE. Il trio de Il Volo con il brano Grande amore ha vinto il 65esimo Festival di Sanremo.
Nek con il brano Fatti avanti amore conquista il secondo posto. Terza Malika Ayane con il brano Adesso e qui (nostalgico presente).
«Un grazie al manager Michele Torpedine, all'orchestra, che è il 50% dell'esibizione e per un sogno che è diventato realtà grazie Italia», è stata la reazione a caldo dei tre interpreti de Il Volo.

I tre vincitori.

00.45 - ERRORE SULLE CLASSIFICHE, CONTI INTRATTIENE IL PUBBLICO. Colpo di scena nella classifica finale. Carlo Conti legge la classifica dei big in gara a partire dalla posizione numero 16, arriva a 9 e, anche in grafica, appare il nome di Nek. È però un errore. Il conduttore intrattiene il pubblico mentre gli viene consegnato un foglio con la classifica esatta e al numero 9 c'è Nina Zilli e non Nek, che invece è tra i primi tre che si contenderanno la vittoria, isieme al trio Il Volo e a Malika Ayane.
«Un semplicissimo, ma gravissimo, errore nella grafica»: così, dopo la pubblicità, Conti ha giustificato l'errore nella lettura della classifica finale, nella quale l'artista al numero 9 è Nina Zilli «e non Nek, che inizia ugualmente con la 'N'», ha spiegato.

Nek.

00.40 - IL VOLO, NEK E MALIKA AYANE IN FINALE. Il Volo, con Grande amore, Nek, con Fatti avanti amore e Malika Ayane con Adesso e qui (nostalgico presente) si giocano la vittoria al festival di Sanremo.

I tre finalisti (non in ordine di classifica).

00.35 - CLASSIFICA DEI BIG DAL QUARTO AL 16ESIMO POSTO. Questa la classifica dal quarto al 16esimo posto, al Festival di Sanremo: 4) Annalisa - Una finestra tra le stelle 5) Chiara - Straordinario 6) Marco Masini - Che giorno è 7) Dear Jack - Il mondo esplode tranne noi 8) Gianluca Grignani - Sogni infranti 9) Nina Zilli - Sola 10) Lorenzo Fragola - Siamo uguali 11) Alex Britti - Un attimo importante 12) Irene Grandi - Un vento senza nome 13) Nesli - Buona fortuna amore 14) Bianca Atzei - Il solo al mondo 15) Moreno - Oggi ti parlo così 16) Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi - Io sono una finestra.

Bianca Atzei.

23.55 - APPELLO DI CONTI PER I TRASPORTATORI DELL'ILVA. Carlo Conti ha rivolto dal palco del teatro Ariston a Sanremo un appello alle istituzioni «per i trasportatori dell'Ilva: stamattina ho incontrato una delegazione delle loro famiglie, che sono in grande difficoltà: vi prego di affrontare questo gravissimo problema e di risolverlo il prima possibile».

Lorenzo Fragola.

23.34 - CONTI RICORDA FERRERO SUL PALCO: «GRANDE INDUSTRIALE». Durante la serata finale del festival di Sanremo, Carlo Conti ricorda sul palco del teatro Ariston Michele Ferrero, morto all'età di 89 anni. «Ci ha lasciati un uomo che ha addolcito il mondo», ha detto il conduttore chiamando un applauso del pubblico per il papà della Nutella, «un grande industriale».

Annalisa.

23.05 - PANARIELLO: «IN ITALIA TUTTI ASSOLTI TRANNE CORONA». Nell'intervento di Giorgio Panariello a Sanremo c'è spazio anche per un affondo sui veri 'peccati capitali' di oggi, «la corruzione, la violenza sulle donne, lo spreco di denaro pubblico, l'evasione fiscale. Ma ormai non ha più paura nessuno di peccare, perché non c'è la certezza della pena. C'è l'amnistia, l'indulto, la prescrizione. Processo Eternit, tutti assolti. L'Aquila, assolti. Cucchi, assolti. L'unico in galera è Corona. E a Schettino danno 16 anni, ma per ora non ne fa uno, lui è libero, un pochino di inferno lo meriterebbe anche lui. Ma tanto all'inferno non ci arriva, fa ribaltare il traghetto di Caronte».

Arisa.

23.15 - PANARIELLO IRONIZZA SU RENZI E LE MINISTRE. Nel mirino di Giorgio Panariello finiscono anche i politici. «Renzi quando andava a scuola da bambino era già preside. Uno spiritoso, un comunicatore. E dopo un grande comunicatore», e il riferimento è a Berlusconi, «ci voleva un altro grande comunicatore. Ha capito che l'immagine era tutto per vincere».
E allora ecco apparire sullo schermo le foto delle ministre Madia, Moretti - con una piccola gaffe di Panariello che confonde i nomi delle due - e Boschi.
E poi l'affondo: «Il governo Monti non ha funzionato perché si è presentato con lei». Ed ecco apparire la foto dell'ex ministra Cancellieri: «Sembra Cecchi Gori. Una riunione di condominio», rincara il comico.

Panariello prende di mira l'ex ministro Cancellieri.

22.42 - PANARIELLO A CONTI: «HAI FATTO IL PARTO DEL NAZARENO». «Hai chiamato tuo figlio Matteo per arruffianarti Renzi. Hai fatto il 'Parto' del Nazareno». È uno dei passaggi dell'intervento comico al Festival di Sanremo di Giorgio Panariello, che si è rivolto così a Carlo Conti.

Giorgio Panariello nell'imitazione di Renato Zero.

22.39 - NANNINI VA FUORI TEMPO SU SEI NELL'ANIMA. Super ospite della finale del festival di Sanremo, Gianna Nannini ha cantato dal vivo, con qualche clamorosa incertezza.
L'esibizione si è aperta con una cover de L'immensità, il classico di Don Backy cantato a Sanremo con Johnny Dorelli. Ma è stato su Sei nell'anima che è andata fuori tempo un paio di volte. La performance si è poi chiusa nell'entusiasmo dell'Ariston.

Gianna Nannini.

22.05 - SUL PALCO I CONIUGI MANENTI, SPOSATI DA 65 ANNI. Dopo l'incredibile e numerosa famiglia Anania, torna la gente comune al festival.
Di scena Bartolomeo e Concetta Manenti, sposati da 65 anni. Accompagnati in scena con atteggiamento affettuoso da Carlo Conti, Concetta e Bartolomeo, che vivono a Donnafugata, in provincia di Ragusa, hanno raccontato il loro amore fatto di camminate di 30 chilometri, proposte di matrimonio fatte da uno zio con la scusa di comprare una cavallina, un ritratto dell'Italia che fu perfettamente in linea con il racconto del Festival targato Conti.

I coniugi Manenti.

21.32 - IN PLATEA ANCHE IL SOTTOSEGRETARIO LOTTI. In platea all'Ariston, a seguire la finale del festival di Sanremo, c'è anche il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Luca Lotti, seduto tra il pubblico pagante.

Rocio.

21.12 - IN PLATEA ANCHE TARANTOLA, IN TERZA FILA. In platea all'Ariston c'è anche Anna Maria Tarantola, presidente della Rai, seduta in terza fila.
Carlo Conti la saluta, si accorge che davanti a lei ci sono due persone piuttosto alte che le impediscono una visuale completa («ma come, i due più alti li hanno messi davanti a le») e le invita a cambiare posto.
«È la prima volta», commenta sorridendo Conti, «che il conduttore di Sanremo si mette a cambiare l'ordine dei posti».

Malika Ayane.

21.05 - A KALIGOLA IL PREMIO SERGIO BARDOTTI-MIGLIOR TESTO. Kaligola con il brano Oltre il Giardino si è aggiudicato il Premio Sergio Bardotti per il Miglior Testo al Festival di Sanremo. Il riconoscimento è stato consegnato al giovane rapper romano, che era in gara tra le Nuove Proposte.

Il trio Il Volo.

20.58 - DE GIROLAMO: «BASTA INSULTI ALLA TERRA DEI FUOCHI». «Non voglio credere che l'atmosfera del Festival di Sanremo abbia fatto perdere la lucidità a qualche commerciante della zona che, gratuitamente, ha gettato discreto contro la Campania e i suoi prodotti agroalimentari. Nella Terra dei Fuochi i controlli sono costanti e di altissimo livello. Da ex ministro ho firmato un decreto proprio per mettere in sicurezza l'agricoltura e la salute di quelle zone, non permetterò a nessuno di creare inutili allarmismi».
Lo afferma la capogruppo di Area Popolare (Ncd-Udc) Nunzia De Girolamo in una nota.
«Pertanto, rivolgo un invito anche a Carlo Conti, affinché questa sera, prenda le distanze da quanto accaduto e si faccia portavoce, dal palco dell'Ariston, di pubbliche scuse nei confronti di tutti i campani per quanto accaduto nella città del Festival da lui presentato. Quanto dichiarato oggi dal ministro Galletti è da me pienamente condiviso: la scienza ci dice che quei prodotti sono sani. E io credo alla scienza, non certo a un cartello».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso