GOSSIP 9 Marzo Mar 2015 1208 09 marzo 2015

Usa, parla il figlio di Joan Collins: «Mai avuto affetto da mia madre»

Sacha Newley si è sentito abbandonato durante l'infanzia. L'attrice inglese era troppo presa da se stessa. Foto.

  • ...

Sacha Newley, ritrattista e figlio della celebre attrice inglese 81enne Joan Collins (guarda le foto), in un'intervista rilasciata il 9 marzo al Daily Mail, ha rivelato che durante il periodo dell'infanzia il suo rapporto con la madre non era idilliaco in quanto l'attrice peccava sempre di narcisismo trascurando i suoi due figli, Sacha (49 anni) e Tara (51 anni).
SACHA HA SCRITTO UN LIBRO. Il ritrattista, nato dal secondo matrimonio dell'attrice, quello con il cantante Anthony Newley, ha scritto un libro sulla sua infanzia intitolato Hollywood Child, i cui diritti sono già stati acquistati da un produttore cinematografico.
«Mia madre con noi non era un mostro, era semplicemente una narcisista», ha spiegato Sacha, «non ricordo un solo suo abbraccio, ma questo non vuol dire che non me ne abbia dati. Avrei voluto percepire un po' di amore materno e un'intesa travolgente con lei».
LA BABY SITTER SI SUICIDÒ. Sentendosi sopraffatta dall'essere madre, Joan Collins ingaggiò una baby-sitter, Sue Delong, affinché si prendesse cura dei suoi due bambini. Ma il rapporto tra Sasha e Sue fu insolito: la bambinaia usava dei metodi molto 'fisici' per insegnare la disciplina e Sacha ne traeva una gratificazione quasi sessuale.
«Si sedeva su di me», ha spiegato il ritrattista, «e poi mi trascinava sul tappeto per giocare. Questo suo modo di fare mi trasmetteva uno strano brivido in tutto il corpo».
Dopo essere stata licenziata non solo dalla famiglia Collins, ma anche da altri lavori, Sue si suicidò.
IL RAPPORTO SI È STABILIZZATO. «Oggi il rapporto con mia madre si è stabilizzato», ha concluso Sacha Newley, «e pranziamo spesso insieme, scambiandoci opinioni e tenendo lunghe discussioni su tutto».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso