Bignardi 150326182108
TIVÙ 26 Marzo Mar 2015 1806 26 marzo 2015

Flop Bignardi, addio Invasioni: arriva Merlino

Share misero: 2,93%. Cachet alto (300-500 mila euro). Poca pubblicità. La7 chiude Le invasioni dopo 10 puntate. Al suo posto Myrta Merlino. Caschetto nel mirino.

  • ...

Daria Bignardi.

Ma sì, 10 puntate per Daria Bignardi possono bastare.
Anche perché andare oltre sarebbe stato troppo, visto il crollo verticale degli ascolti.
L’ultimo mercoledì delle Le invasioni barbariche, quello del 25 marzo, ha toccato il fondo facendo registrare un misero 2,93% di share, pari a 600 mila spettatori.
Per questa ragione l’editore de La7 Urbano Cairo ha deciso di calare il sipario sul programma della Bignardi, diventato un affare per pochi e molto caro, visto l’oneroso cachet della conduttrice.
PAGA DI 300-500 MILA EURO. I maligni parlano di 500 mila euro, le voci di corridoio interne all’emittente abbassano la cifra che comunque sarebbe attorno a quota 300 mila.
La stagione delle Invasioni non è stata deludente solo dal punto di vista degli ascolti, ma anche per la raccolta pubblicitaria.
Molti inserzionisti, infatti, avrebbero chiesto una collocazione diversa da quella prevista all’interno del programma. Il danno oltre la beffa. E così Cairo ha deciso di chiudere qui la partita.
NEMMENO IL 'MEGLIO DI...'. Niente puntate extra, men che meno il solito fritto misto del “meglio di...”.
Aggiungere altri danni al flop sarebbe stato davvero eccessivo.

Nel mirino la gestione della rete di Caschetto, l'agente delle star

Giuseppe Beppe Caschetto.

Eppure il patron de La7 ha dovuto battagliare, e non poco secondo il gossip interno all’emittente, con il manager delle stelle Beppe Caschetto che segue anche Bignardi.
L’agente della giornalista voleva la messa in onda anche delle puntate extra, in modo da incassare la parte restante del compenso. Ma Cairo si è opposto facendo valere la forza dei numeri.
Lo scontro fra i due, stando alle voci interne, potrebbe provocare anche altre conseguenze.
Cairo non si fiderebbe più di Caschetto al quale, di fatto, aveva affidato la gestione della rete.
ANCHE MENTANA SI LAMENTA. Lo stesso direttore del telegiornale, Enrico Mentana, si è lamentato con Cairo per la mancanza di un direttore di rete che dia «ordine alle manovre», evitando le continue risse fra le star della rete.
Per questa ragione Cairo avrebbe iniziato a guardarsi intorno alla ricerca di una figura per quel ruolo, capace di evitare un altro caso Bignardi.

La prossima stagione al posto della Bignardi pronta Myrta Merlino

Myrta Merlino.

E la stessa giornalista ha offerto ai frequentatori dei social network una versione dei fatti che conferma la storia.
«La realtà come al solito è sfumata e noiosa, quindi non la riprenderà nessuno: la Rete ha sempre pensato a 10 puntate (lo prevede il contratto, 10 più gli speciali da concordare, ndr), il produttore inizialmente ne preferiva 12 (per me, con questo formato, 6 sarebbero più efficaci, ma mi adatto alle esigenze produttive ed editoriali). Questa la noiosa e irrilevante realtà. Se qualcuno ne costruisce di diverse e drammatizzanti è segno di quanto Le invasioni stiano a cuore a molti, nel bene e nel male, e di questo ringraziamo tutti».
DISSE LEI DI FARE TRE MESI ALL'ANNO. C'è da dire che era stata la Bignardi a dire che fa televisione solo per tre mesi all’anno, dunque almeno 10 puntate.
Con il senno di poi tutto è spendibile. Ma visto che le cose non accadono mai per nulla, è certo che la prossima stagione non farà parte del palinsesto della rete.
Al suo posto, quasi certamente, dovrebbe approdare Myrta Merlino con una formula rivista e corretta de L’Aria che tira.

Correlati

Potresti esserti perso