FAMIGLIA REALE 27 Marzo Mar 2015 0839 27 marzo 2015

Principe Harry, crisi dei 30 anni: anno sabbatico

Senza una moglie. Scaricato dall'esercito. Sempre all'ombra del fratello William. Harry si prende un gap year. Per dedicarsi al sociale. Come Lady D (foto).

  • ...

Non accenna a passare la crisi dei 30 anni di Harry d’Inghilterra.
Il principe ha annunciato l'intenzione di lasciare l’esercito britannico a partire da giugno 2015 per dedicarsi alla causa sociale. E perché ha bisogno di un gap year: un anno di pausa.
QUANDO CRESCERÀ? Peccato che sia già la seconda volta che Harry senta questa esigenza (guarda la gallery). E i sudditi della Corona si domandano quando il principe si deciderà a crescere.
Il suo problema è lo stesso di un’intera generazione: di quei 30enni di oggi che non hanno ancora capito cosa la società si aspetti da loro, né sanno che contributo dare alla collettività.
Troppo presto per una famiglia, troppo tardi per prendersi un gap year. Ma è davvero così fuori tempo massimo?
L'ETERNO SECONDO. Harry, da privilegiato, ha deciso che no, l’unico modo per affrontare la sua crisi esistenziale è quello di fare un passo indietro. Prendersi una pausa e cercare per davvero un ruolo sociale.
Il suo destino non può essere quello dell’eterno secondo, così come nella linea di successione al trono si trova dietro le salde spalle e i radi capelli del fratello William.
WILLIAM IL REALIZZATO. William: lui sì con una fiorente carriera nell’esercito, sposato con una donna bella e simpatica, un figlio cicciottello e un altro in arrivo, è l’esempio di quei 30enni che hanno fatto tutto per bene, e in tempo, forse perché non si sono ribellati alle aspettative di famiglia e società.
Ma Harry, no, lui non riesce a seguire la corrente e deve ancora trovare la propria strada.
NIENTE PRIMA LINEA. La scelta di abbandonare l’esercito, suo sogno di bambino, è arrivata una volta che i superiori di Harry hanno deciso che il principe, buon soldato, non aveva la stoffa per la vita di prima linea. Così gli hanno proposto più volte una tranquilla carriera in ufficio.

Il sociale, una causa vicina a quella della madre lady Diana

Il secondogenito di Diana e Carlo però non l'ha presa bene, optando quindi per la scelta radicale destinata a portarlo, secondo alcune fonti vicine alla famiglia reale, a dedicarsi alle cause sociali che gli stanno più a cuore.
«Vuole andare dove c’è bisogno di lui e dove può sentire di fare qualcosa di utile piuttosto che passare i prossimi 10 anni seduto a una scrivania», ha commentato un amico col Daily Mail.
LADY D LO ADORAVA. Una causa vicina a quella della madre, lady Diana, sempre attenta al sociale. Diana, hanno aggiunto le fonti del quotidiano inglese, ha sempre avuto un debole per il secondogenito, ben convinta che Harry, e non William, avesse le qualità e la forza di un vero leader.
«Possiede un fascino naturale quando si rapporta con gli altri», ha commentato un amico.
«Si ricorda i nomi e mantiene il contatto visivo».
FAMOSO ALL'ESTERO. Nonostante non sia erede al trono inglese, le buone maniere di Harry, condite con le bravate di gioventù, lo hanno reso il membro della famiglia reale più popolare al di fuori del Regno Unito, e in tutto il Commonwealth, dove il principe viaggia spesso e volentieri.
L’agenda di Harry per i prossimi mesi è proprio segnata dai viaggi: prima in Australia, lavorando con l’Australian defence force, e poi in Afica per collaborare con gruppi di conservazione dell’ambiente, dove, c’è da scommetterci, il principe si dedicherà anche a una sua grande passione, la fotografia della natura.
UN ANNO DI LIBERTÀ. Inizierà proprio dall’Africa il gap year del principe 30enne e single, e a cui l’ingombrante famiglia reale non sta chiedendo neanche un matrimonio sicuro: in quanto secondogenito Harry non ha gli obblighi di William verso i Windsor. Sarà forse questo l’anno in cui Harry potrà sentirsi veramente libero, e trovare così la sua strada?

Correlati

Potresti esserti perso