Xavier Bettel 150514192022
EVENTO 14 Maggio Mag 2015 1920 14 maggio 2015

Lussemburgo, nozze gay per il premier Bettel

Il matrimonio del 15 maggio inaugura la nuova legge. Secondo caso in Europa dopo l'Islanda.

  • ...

Xavier Bettel.

Si sposerà il 15 maggio con il compagno e sarà tra i primi a beneficiare della nuova legge lussemburghese che legalizza i matrimoni gay, entrata in vigore a gennaio.
Xavier Bettel, premier del Lussemburgo, convolerà a nozze con Gauthier Destenay, architetto originario della cittadina belga d'Arlon alla frontiera lussemburghese, al Comune della capitale del Gran Ducato. E sarà anche il secondo capo di governo europeo in carica, dopo l'islandese Johanna Sigurdardottir che lo ha preceduto nel 2010 sposando la compagna, a fare questo passo.
NIENTE PAPARAZZI. Niente paparazzi, rifiutate tutte le offerte di copertura dell'evento della stampa 'rosa', i festeggiamenti in onore della coppia, in formato strettamente privato, dovrebbero cominciarecon la cerimonia civile e poi proseguire nel fine settimana. L'unico gossip finora trapelato è che la festa si terrà in una tenuta storica, il Domaine La Gaichel tra Arlon ed Eischel, che si fregia di un ristorante stellato Michelin. Ancor meno si sa sugli invitati vip, tranne due nomi: il premier del Belgio, Charles Michel, e il noto giornalista rosa e presentatore tivù francese Stéphane Bern, amico di Bettel da lunga data.
GAY DICHIARATO. Il successore di Jean-Claude Juncker, che lo ha sconfitto nelle elezioni anticipate del luglio 2013, portandolo così a lanciarsi alla presidenza della Commissione Ue, non ha mai fatto mistero delle sue preferenze sessuali. Oggi 42enne, look ricercato e sempre curato, quando ancora era consigliere municipale aveva dichiarato in un'intervista radio, dopo aver chiesto di mettere la canzone The power of love della pop band gay Frankie Goes to Hollywood: «Si vive una volta sola e non voglio nascondermi».
Sin da subito, in tutte le occasioni pubbliche, anche quando era sindaco di Lussemburgo, si è sempre presentato con il compagno, dalla Festa nazionale al matrimonio del Gran Duca ereditario Guillaume. L'orientamento sessuale del premier non ha mai suscitato particolare interesse o indignazione tra i concittadini: «Non ero il 'candidato gay', la gente non ha mai votato per me perché ero gay o etero».

Correlati

Potresti esserti perso