HOLLYWOOD 24 Giugno Giu 2015 1028 24 giugno 2015

Tom Holland, chi è il nuovo Spider-Man

Da Billy Elliot a Peter Parker. Passando per The Impossible. Tom Holland, un talento inglese nei panni dell'Uomo Ragno. Foto.

  • ...

Dalle scarpe da ballo di Billy Elliot alla tuta di Spider-Man, passando per uno tsunami. Tom Holland è uno che di sogni e imprese impossibili se ne intende. Il nuovo Peter Parker, annunciato dalla Marvel, ha l'accento british e un volto fresco, visto pochissimo al cinema, 19 anni e un talento grande grande.
IN TEATRO A 12 ANNI. Quando nel 2008, ad appena 12 anni, è salito per la prima volta sul palco di Billy Elliot the Musical, l'ha fatto vestendo i panni di Michael, il migliore amico del protagonista. Tre mesi dopo aveva già bruciato le tappe ed era diventato Billy, il bambino che sognava di fare il ballerino.
Uno spettacolo dopo l'altro, una serie interminabile di standing ovation e critiche entusiastiche, le prime interviste televisive. Tom era diventato una star ancora prima di poter essere definito teenager. Persino il papà, il comico inglese Anthony Holland, si è visto costretto ad abdicare nei confronti dell'erede, aprendo nel 2011 un blog dal titolo più che eloquente: Eclipsed, eclissato, la storia di «un comico piuttosto famoso che viene superato dal suo più illustre figlio».
A 14 ANNI AL 10 DI DOWNING STREET. A 14 anni, Tom aveva già ottenuto soddisfazioni che la maggior parte degli inglesi non riescono a togliersi in una vita intera. Cose come essere invitati dal premier Gordon Brown al numero 10 di Downing Street, o essere definito «soprendente» da sir Elton John, «spazzato via» dalla sua interpretazione.
Naturale che, prima o poi, dovesse approdare sul grande schermo. Logico che, quando sarebbe accaduto, non sarebbe certo stato in modo banale. A chiamarlo davanti alla sua macchina da presa, nel 2011, è stato il regista spagnolo Juan Antonio Bayona, che l'ha scelto per la parte del piccolo Lucas in The Impossible. A farli da chioccia due attori esperti e affermati come Naomi Watts e Ewan McGregor.
LA VERA RIVELAZIONE DI THE IMPOSSIBLE. Ma quel bambino coraggioso che, mentre è in vacanza, si vede portar via i genitori e i due fratellini da uno tsunami, che ritrova la madre ferita e se la carica sulle spalle, che non si arrende e continua a cercare il resto della sua famiglia mentre aiuta gli altri sopravvissuti a ricostruire le proprie, è stato capace di ribaltare tutte le gerarchie prestabilite.
«Il giovane Holland, in particolare, è sorprendentemente bravo nel ruolo del terrorizzato ma coraggioso Lucas», scriveva The Hollywood Reporter, mentre il regista e i membri più anziani del cast lo incensavano nelle interviste: «Il meglio che abbia mai visto in un bambino», diceva Bayona; «Per i bambini è facile perdere la testa, ma lui è assolutamente sulla buona strada, ed è già un attore brillante», l'opinione di Ewan McGregor; «Tom non è semplicemente un attore dotato. È un talento grezzo e naturale con cui è fin troppo semplice lavorare. Ed è capace di ispirare gli altri, di innalzare il livello di chiunque gli sia vicino perché non fa altro che dire la verità», quella di Naomi Watts.
UNA NOMINATION ALL'OSCAR SFIORATA. Un talento così brillante da fare incetta di premi: Hollywood Spotlight Award, National Board of Review Award per migliore rivelazione, Migliore giovane attore britannico dell'anno ai London film critics cricle award..
Il suo successo e la sua fama furono tali che la Summit entertainment, società che distribuiva The Impossible negli Stati Uniti, lanciò una campagna perché Tom scavalcasse le gerarchie e sostituisse Ewan McGregor come protagonista. L'idea era quello di portarlo agli Oscar, ma la nomination fu solo sfiorata.
Adesso una nuova sfida, nei panni strettissimi di Peter Parker, già vestiti da Tobey Maguire nella trilogia diretta da Sam Raimi e da Andrew Garfield nei due film di Marc Webb. Il confronto coi predecessori non è certo proibitivo. Più difficile sarà misurarsi con Chris Evans e Robert Downey Jr. nel prossimo Captain America Civil War. Dovrebbe essere quello il suo debutto ufficiale da Uomo Ragno, un piccolo cammeo tra le star degli Avengers. Poi un film interamente dedicato al suo personaggio nel 2017. Ci sono due anni di tempo per allenarsi, lui ha già iniziato. In In the heart of the sea, di Ron Howard, ha preso confidenza col suo primo Vendicatore, Thor, recitando accanto a Chris Hemwsorth. E su Instagram ha postato un video in cui mostra tutte le sue doti acrobatiche. Vedere per credere.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso