Principesse Ciclo 150723180736
PROGETTO 23 Luglio Lug 2015 1804 23 luglio 2015

Bloody Princess, la campagna contro i pregiudizi sul ciclo

L'artista Saint Hoax ha scelto le eroine Disney per sfatare la vergogna delle donne. E quella degli uomini: tutto iniziò da un appuntamento finito male. Foto.

  • ...

La paura di incappare in incidenti spiacevoli durante i giorni di ciclo è tipica di tutte le donne.
Per sfatare quest'ansia, l'artista e attivista mediorientale Saint Hoax ha creato una campagna dal nome Bloody Princess: protagoniste sono le eroine Disney che però qualcosa di umano hanno: le mestruazioni come tutte le donne.
L'artista ha promosso la campagna per combattere il pregiuzio e la vergogna legata al ciclo per solidarizzare con'un amica incappata in un incidente spiacevole durante l'appuntamento con un uomo.
UN APPUNTAMENTO FINITO MALE. «La mia amica», ha raccontato l'artista sul suo profilo Instagram, «ha avuto un appuntamento due settimane fa. A metà della cena si è resa conto che si era macchiata leggermente la gonna per colpa del ciclo e non è riuscita bene a gestire la situazione, probabilmente anche per colpa dell'imbarazzo». A fine serata, spiega Saint Hoax, il suo cavaliere le ha promesso che l'avrebbe chiamata il giorno successivo. Telefonata che non è mai avvenuta, così la ragazza ha mandato un sms per scusarsi, la cui risposta è stata: «Come posso uscire con una ragazza che non sa cosa sia un assorbente?».
IGNORANZA E PREGIUDIZI MASCHILI. Data la reazione decisamente poco comprensiva del ragazzo, l'artista amica della sfortunata ha pensato di utilizzare le principesse Disney per cercare di combattere i pregiudizi attorno a questo tema: «C'è un sacco di vergogna e di ignoranza su questo argomento», ha scritto, «e il fatto che si senta il bisogno di scusarsi per qualcosa di così naurale è più spaventoso di una macchia di sangue. Alle ragazze capita una volta al mese», ha concluso l'artista, «e a volte diventa una faccenda caotica. Uomini, fatevene una ragione».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso