SCANDALO 27 Luglio Lug 2015 1415 27 luglio 2015

John Sewel, cocaina e prostitute per il lord inglese

Il dignitario britannico, pizzicato dal Sun, si è dimesso. In Italia c'è chi continua a prendere il vitalizio. Foto.

  • ...

Alla fine si è dimesso John Sewel, l'ex vicepresidente della Camera dei Lord britannica smascherato da un video in compagnia di due prostitute mentre assumeva cocaina, ha annunciato le dimissioni dalla Camera alta.
LA FOTO DELLA MOGLIE GIRATA A FACCIA IN GIÙ. Il Sun ha rivelato che Sewel avrebbe pagato 200 sterline per ciascuna delle due ragazze che gli hanno fatto compagnia nel suo appartamento nel centro di Londra, lamentandosi prima per il loro arrivo in ritardo, poi per i ricorrenti esami del sangue cui era costretto a sottoporsi in quanto uomo delle istituzioni. Dopo aver girato a faccia in giù una foto della moglie Jennifer, il lord inglese ha dato inizio alla festa.
LA LETTERA DI SCUSE AI PARLAMENTARI. L'ex ministro laburista di Tony Blair, che negli ultimi anni anni aveva avuto funzione di garante dei regolamenti della Camera alta e di controllore della condotta morale dei lord, ha scritto una lettera rivolta ai parlamentari. «Voglio scusarmi per il dolore e l'imbarazzo che ho causato», ha scritto secondo quanto riportato dalla Bbc, aggiungendo di sperare che la sua decisione di rinunciare al seggio nella House of Lords possa «limitare e aiutare a riparare» il danno.
Sewel anche è ancora sulle prime pagine dei giornali e in particolare dei tabloid: furiosi perchè fino al 27 luglio aveva rifiutato di dimettersi (limitandosi alla richiesta del congedo temporaneo per la durata dell'inchiesta parlamentare interna avviata su di lui) e non aveva ancora chiesto scusa.
IL SUN CONTINUA A PUBBLICARE IL VIDEO A PUNTATE. Il Sun, il giornale che ha rivelato la vicenda, continua intanto a pubblicare a puntate immagini del 'video dello scandalo': nelle ultime vi si vede l'ormai ex lord mentre ammette di essere un traditore seriale della moglie Jennifer e dice d'aver avuto tra l'altro una relazione con un'anchorwoman della Bbc. Il Daily Mirror, tabloid vicino alla sinistra, coglie invece l'occasione per lanciare una campagna per l'abolizione degli incarichi non elettivi e di fatto della Camera dei Lord in quanto tale. Intanto, oltre all'inchiesta parlamentare, la polizia ha confermato l'apertura di un'indagine sul caso per verificare l'eventuale violazione della legge sulla droga.
IN ITALIA MELE E FRISULLO CONTINUANO A PRENDERE IL VITALIZIO. Lo scandalo pare aver messo fine una volta per tutte alla carriera di Sewel. I lord inglesi non sono eletti e non percepiscono un salario, né tantomeno un vitalizio. A differenza dei politici italiani, che anche quando vengono coinvolti in vicende legate a droga e sesso a pagamento continuano a percepire il lauto assegno. Ne sono un esempio Cosimo Mele e Sandro Frisullo. Il primo, ex parlamentare dell’Udc, fu protagonista di una serata in compagnia di una squillo in cui probabilmente si consumò alcol e coca. Nel 1999, quando ricopriva la carica di vicesindaco di un piccolo comune, finì in manette per una storia di tangenti. Il secondo invece, ex vicepresidente della giunta pugliese di Nichi Vendola, nel 2010 è stato arrestato con l’accusa di aver fatto aggiudicare appalti in cambio di favori sessuali e preziosi regali all’imprenditore della sanità Gianpaolo Tarantini, lo stesso che per i magistrati provvedeva ad organizzare i festini a Palazzo Grazioli.

Correlati

Potresti esserti perso