Star Snoop 120430131446
MUSICA 1 Agosto Ago 2015 1438 01 agosto 2015

Snoop Dogg fermato all'aeroporto di Lamezia

La star trovata con 422 mila dollari a Lamezia. Tutti i guai: dalla canna alla Casa Bianca al fermo in Svezia.

  • ...

Snoop Dogg.

Guai per Snoop Dogg: il rapper, attore e produttore discografico statunitense è stato fermato nell'aeroporto di Lamezia Terme con 422 mila dollari in contanti, la metà dei quali gli è stata sequestrata dai finanzieri del Gruppo di Lamezia in base alla normativa antiriciclaggio.
IN VIAGGIO VERSO LONDRA. L'artista, dopo un concerto in Calabria, si è recato in aeroporto per imbarcarsi per Londra. Durante un controllo, i finanzieri hanno trovato la somma di denaro eccedente la quantità trasportabile.
Ma non è la prima volta che Snoop fa parlare di sé non per la musica.
Proprio nella capitale inglese, nel 2006, gli era capitato un 'incidente' che gli valse quattro anni di espulsione dal Regno Unito. Tenute fuori dalla vip lounge della British Ayrways, le guardie del corpo di Snoop misero a soqquadro un duty free, con l'aiuto del rapper infuriato.
MARIJUANA IN TOURNÉE. Nel 2011, durante un controllo di polizia in Texas, nel pullman sul quale viaggiava per la tounée vennero trovati trovati 0,06 chilogrammi di marijuana.
Che il rapper sia un abituale consumatore di fumo non è un segreto, visto che lui stesso raccontò di aver «fumato anche nei bagni della Casa Bianca». L'episodio risalirebbe al 2013, quando Snoop visitò la residenza presidenziale in occasione dei premi del Kennedy Center.


«Chiesi alla security di usare il bagno», raccontò Snoop, «e loro mi hanno chiesto cosa dovessi fare». Lui avrebbe risposto che, per evitare di lasciare cattivi odori solitamente accende una sigaretta oppure essenze profumate ma, essendo proibito il fumo alla Casa Bianca gli è stato consigliato di accendere un pezzetto di tovagliolo. Ed il rapper ha risposto: «Lo farò». Ma, stando a quanto raccontato dalla popstar, a essere acceso non fu proprio un tovagliolo.
IL FERMO IN SVEZIA. Il 27 luglio, poi, è stato fermato in Svezia, a Uppsala, per guida in stato di ebbrezza. Sospettato di aver guidato sotto l'effetto di stupefacenti, il rapper è stato sottoposto a un controllo delle urine e subito rilasciato.
Un episodio che però non è stato digerito dal cantante che ha accusato con alcuni video sul web la polizia svedese di essere razzista.
«Mi hanno tirato giù dalla mia macchina e mi hanno arrestato per niente. Non ho fatto niente», ha urlato in un video filmato mentre si trovava sulla volante. I risultati del test anti droga sarebbero poi risultati negativi.


La polizia locale ha però smentito questa versione, dichiarando che i risultati del test saranno disponibili entro due settimane. «In Svezia non ci comportiamo in questo modo», ha poi sottolineato un portavoce rispondendo alle accuse di razzismo.
Alla fine della brutta serata, Snoop ha poi postato un altro video: «È meglio essere controllati quando si è puliti, piuttosto che non essere controllati affatto», ha detto. Mandando poi tutti al diavolo.
NEI GUAI IL VICE DOGG. Infine il rapper ha messo nei guai un poliziotto texano ripreso per aver posato con lui in una foto in occasione del festival South by Southwest di Austin. Questo perché il rapper americano ha a suo carico diverse condanne per possesso di droga.
L'artista aveva infatti pubblicato l'immagine su Instagram con il commento «Me n my deputy dogg» - Io e il mio vice dogg -, così il dipartimento di Pubblica sicurezza del Texas ha citato Spears per carenze che hanno richiesto la consulenza di un supervisore.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso