GALLERY 3 Agosto Ago 2015 1752 03 agosto 2015

Ostia, la prima street art in tre dimensioni

Alice Pasquini e Stefano Montesi mettono in scena Under Layers sul lungomare di Ostia. Ft.

  • ...

Nicchie cieche all'esterno di un grande palazzo sul lungomare di Ostia diventano, d'un colpo, finestre di accesso a nuovi mondi fantastici da esplorare.
La street art si fa tridimensionale con il progetto Under Layers di Alice Pasquini, autrice di moltissimi murales in Italia e all’estero, e il fotografo Stefano Montesi. L’idea è quella di trasformare la tradizionale visione bidimensionale di un graffito in un’esperienza immersiva, attraverso speciali poster 3D.
A partire dalla sera del 2 agosto e fino al prossimo 3 ottobre, le nicchie del Lungomare Paolo Toscanelli di Ostia accoglieranno un’inedita forma d’arte urbana, che si potrà fruire solo utilizzando appositi occhiali 3D anaglyph, in distribuzione presso vari point cittadini, nelle vicinanze dell’installazione e al Teatro del Lido.
Come sono stati realizzati i poster? Alice Pasquini ha dipinto in studio su piccoli vetri in sequenza, lavorando di trasparenze e di sovrapposizioni, così da scomporre ogni soggetto in più livelli. Montesi ha poi immortalato ogni lavoro utilizzando due macchine fotografiche, da diverse angolazioni. Il risultato è un’immagine stereoscopica, in cui le figure sembrano prendere corpo ed emergere dal fondo tridimensionale.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso