FOTOGRAFIA 7 Agosto Ago 2015 1933 07 agosto 2015

Capa in Color, le foto di pace a colori di Robert Capa

A Budapest la mostra Capa in Color. Gli scatti inediti del grande reporter sulle spiagge francesi di Biarritz e i ritratti alle star del cinema Anni 50, come Humphrey Bogart, Ingrid Bergman e Orson Welles. Foto.

  • ...

Il fotografo Robert Capa è conosciuto in tutto il mondo per i suoi reportage di guerra, rigorosamente in bianco e nero. Adesso, però, una mostra organizzata a Budapest e aperta fino al 20 settembre svela i suoi scatti meno noti. A colori e in tempo di pace, quasi che le due cose andassero di pari passo, e forse è davvero così (foto).
La mostra Capa in Color è stata allestita a New York nel 2014 e arriva in Europa per la prima volta. La collezione comprende le immagini delle spiagge francesi di Biarritz, quelle scattate nelle stazioni sciistiche di moda sulle Alpi nei primi Anni 50, i ritratti alle star del cinema come Humphrey Bogart, Ingrid Bergman, Orson Welles e John Huston.
DAL 1947 IN POI CAPA FOTOGRAFÒ SEMPRE CON DUE MACCHINE. Capa sperimentò la fotografia a colori in un periodo in cui colleghi come Henri Cartier-Bresson dichiaravano: «La fotografia a colori è qualcosa di indigesto, la negazione di tutti i valori tridimensionali della fotografia». Eppure, dal 1947 in poi, Capa ha lavorato quasi sempre con due fotocamere. Una caricata con pellicola in bianco e nero, l'altra a colori. Con sua grande frustrazione, le riviste specializzate scelsero puntualmente di pubblicare solo le versioni in bianco e nero. Il fotografo morì nel 1954 all'età di 40 anni, vittima di una mina mentre stava raccontando la guerra in Indocina per la rivista Life. Prima che la fotografia a colori diventasse un linguaggio mainstream, sarebbero trascorsi altri due decenni.

Correlati

Potresti esserti perso