CULTURA 18 Agosto Ago 2015 1251 18 agosto 2015

Musei, i 20 nuovi direttori: 7 sono stranieri

Il ministro Franceschini: «Scelte di altissimo valore che colmano anni di ritardi». Agli Uffizi arriva il tedesco Eike Shmidt. L'ex direttore Natali: «Amarezza quando ho capito qual era il copione». Foto.

  • ...

Arrivano tanti direttori da oltre confine per i musei pubblici più importanti d'Italia. Nella lista dei 20 nominati, 7 sono stranieri. Italiani gli altri 13, tre dei quali tornano dopo prestigiose esperienze all'estero. Il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini ha dichiarato: «Si volta pagina. Sono scelte di altissimo valore scientifico che colmano anni di ritardi» (guarda le foto e leggi i curricula).
BANDO INTERNAZIONALE E PARITÀ DI GENERE. I nuovi direttori sono stati scelti con un bando internazionale. L'età media dei vincitori è di 50 anni. Perfetta la parità di genere: dieci sono uomini e dieci sono donne. Gli italiani che tornano dall'estero sono quattro: Martina Bagnoli, Flaminia Gennari Santori e Paola D'Agostino, che rientrano dagli Stati Uniti, ed Eva Degl'Innocenti dalla Francia.
NATALI SOSTITUITO AGLI UFFIZI. Il cambio forse più clamoroso arriva per gli Uffizi di Firenze, dove lo storico direttore Antonio Natali cede il passo all'esperto di arte fiorentina Eike Schmidt, 47 anni, cittadino tedesco di Friburgo. «Un Paese che dice di voler cambiare non poteva permettersi di dire che restava il vecchio direttore», ha commentato Natali. «L'amarezza l'ho avuta quando ho capito quale era il copione. Da parte mia ho continuato però a lavorare come sempre, come se avessi dovuto restare agli Uffizi fino all'anno Tremila», ha aggiunto Natali.
SGARBI: «FRANCESCHINI LA PAGHERÀ». Una netta bocciatura è arrivata poi da Vittorio Sgarbi, secondo il quale «la scelta di fare un concorso per i direttori dei 20 principali musei italiani è un atto politico pericoloso, che il ministro pagherà». Sgarbi ha criticato sia «l'innamoramento per gli stranieri: sette? E perché non dieci o uno?», sia la parità di genere: «dieci donne e dieci uomini, una cosa inaudita».
Ecco i nomi dei 20 nuovi direttori:

1) GALLERIA BORGHESE (ROMA): Anna Coliva, 62 anni, storica dell'arte.
2) GALLERIE DEGLI UFFIZI (FIRENZE): Eike Schmidt, 47 anni, storico dell'arte.
3) GNAM (ROMA): Cristiana Collu, 46 anni, storica dell'arte
4) GALLERIE DELL'ACCADEMIA DI VENEZIA: Paola Marini, 63 anni, storica dell'arte.
5) MUSEO DI CAPODIMONTE (NAPOLI): Sylvain Bellenger, 60 anni, storico dell'arte.
6) PINACOTECA DI BRERA (MILANO): James Bradburne, 59 anni, museologo e manager culturale.
7) REGGIA DI CASERTA: Mauro Felicori, 63 anni, manager culturale.
8) GALLERIA DELL'ACCADEMIA DI FIRENZE: Cecilie Hollberg, 48 anni, storica e manager culturale.
9) GALLERIA ESTENSE (MODENA): Martina Bagnoli, 51 anni, storica dell'arte.
10) GALLERIE NAZIONALI DI ARTE ANTICA (ROMA): Flaminia Gennari Santori, 47 anni, storica dell'arte.
11) GALLERIA NAZIONALE DELLE MARCHE (URBINO): Peter Aufreiter, 40 anni, storico dell'arte.
12) GALLERIA NAZIONALE DELL'UMBRIA (PERUGIA): Marco Pierini, 49 anni, storico dell'arte e filosofo.
13) MUSEO NAZIONALE DEL BARGELLO (FIRENZE): Paola D'Agostino, 43 anni, storica dell'arte.
14) MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI NAPOLI: Paolo Giulierini, 46 anni, archeologo.
15) MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI REGGIO CALABRIA: Carmelo Malacrino, 44 anni, archeologo.
16) MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI TARANTO: Eva Degl'Innocenti, 39 anni, archeologa.
17) PARCO ARCHEOLOGICO DI PAESTUM: Gabriel Zuchtriegel, 34 anni, archeologo.
18) PALAZZO DUCALE DI MANTOVA: Peter Assmann, 61 anni, storico dell'arte.
19) PALAZZO REALE DI GENOVA: Serena Bertolucci, 48 anni, storica dell'arte.
20) POLO REALE DI TORINO: Enrica Pagella, 58 anni, storica dell'arte.

Correlati

Potresti esserti perso