Valeria Golino 150912174248
CINEMA 12 Settembre Set 2015 1730 12 settembre 2015

Venezia 72, la miglior attrice è Valeria Golino

Coppa Volpi per Golino, che racconta come ha imparato a parlare senza voce.

  • ...

La prima volta era stata nel 1986, con Storia d'Amore di Francesco Maselli. Una poco più che ventenne Valeria Golino aveva incantato giuria e pubblico nel ruolo di Bruna, giovane ragazza di umili origini in cerca di amore e di riscatto nella Roma proletaria.
Trenata anni dopo, l'attrice napoletana torna a stregare il lido di Venezia, e lascia la settantaduesima mostra internazionale del cinema con in mano un'altra Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile in Per Amor Vostro, di Beppe Gaudino.
LA STESSA ALLEGRIA PROVATA NEL 1986. «Nonostante la consapevolezza diversa, la stessa infantile, ingenua, allegria di allora. Non cambia niente, spero che sia sempre così. Sono molto contenta per me», ha detto l'attrice ricordando il primo premio ricevuto per Storia d'amore.
Nel film che l'ha portata alla sua seconda Coppa Volpi, Golino è Anna, una donna coraggio che si immerge nel linguaggio dei segni per poter comunicare con il figlio sordo. Il film, uno dei quattro italiani in gara, è stato accolto al Lido con 9 minuti di applausi.
«Sono contenta», ha detto Golino emozionata, «per i miei amici non udenti che mi hanno aiutato in questa avventura», che ha ringraziato poi anche con il linguaggio dei segni.
UN MESE E MEZZO PER IMPRARE IL LIS. «Parlare il linguaggio dei segni, capire il mondo da quel punto di vista è come fare una scuola di teatro. Soprattutto per me che la scuola di recitazione non l'ho mai fatta. Ed è stato bellissimo lavorare con Deborah, la mia giovanissima maestra di Lis». In questa intervista all'Ansa, Valeria Golino racconta come è riuscita a entrare nel personaggio e a fare proprio, in poco tempo, un linguaggio complesso e sconosciuto. E quando la voglia di comunicare con qualcuno che amiamo sia una forza capace di superare tutte le incomprensioni.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso