Sextelling
EDITORIA 12 Novembre Nov 2015 1217 12 novembre 2015

Sextelling.it, la sfida di parlare di erotismo in Italia

Il discorso sulla sessualità ostaggio di voyeuristi e ayatollah. Riscriviamolo.

  • ...

In America, ormai da qualche anno, i magazine che parlano di erotismo sono diventati importanti costruttori di senso, sono parte del dibattito pubblico, dissacrano, contribuiscono a modificare i costumi e le idee. Perché la sessualità non è materia da voyeuristi, ma un aspetto fondamentale delle nostre vite, che produce discorso, cultura, relazioni, rapporti di potere.
L'Italia è rimasta fuori da questa conversazione globale, con una visione del sesso e dell'erotismo spesso ridotta a due semplificazioni opposte e ugualmente immiserenti: volgarità versus puritanesimo. Sextelling.it, edito da News3.0, nasce per superare questa dicotomia, aprire le finestre, far entrare aria fresca.
Dopo due settimane dalla messa online, siamo ancora più convinti che ce ne fosse il bisogno. La risposta dei lettori è incoraggiante.
ARTE, MERCATO, RIVOLTE. Il viaggio è iniziato con le confessioni di Susan Dawson, la mistress più famosa del Regno Unito, e l'intervista al regista Nabil Ayouch, autore del film Much Loved, censurato in Marocco, che ci ha raccontato il contraddittorio mondo della prostituzione nel suo paese.
Le storie delle cortigiane che hanno ispirato i grandi maestri dell'impressionismo, celebrate nella retrospettiva in mostra in questi giorni al Musée d’Orsay, i nudi del celebre fotografo Wynn Bullock, a 40 anni dalla sua scomparsa, e l’itinerario nei musei del sesso delle capitali d'Europa, accompagnano gli approfondimenti su un tema molto delicato come quello della sessualità negata nelle carceri italiane, e su fenomeni nuovi come il boom del mercato dei sex toy nella puritana Cina, con la multinazionale Zhejiang arrivata addirittura a quotarsi in Borsa.
LE STORIE DEI LETTORI. Nella rubrica password trovate, invece, spiegati bene, i termini “nuovi” legati alla sessualità come Pegging e Asessualità .
Ma Sextelling.it, dicevamo, non è solo informazione, è anche e soprattutto uno spazio di condivisione. I nostri lettori hanno cominciato a mandarci le loro storie. Questa settimana una lettrice ci racconta la sua prima – e unica – avventura con altre due persone, una sera a New York. Sull'altra sponda, sulla West Coast, Joan, Kate e Mich hanno sperimentato l'amore aperto: una nuova famiglia californiana.
Fatelo anche voi. Inviateci i vostri racconti, le esperienze che hanno cambiato il vostro punto di vista sulla sessualità e il modo di viverla. Scriviamo insieme un nuovo lessico dell'erotismo. Quello che spesso viene definito perversione o devianza, è solo desiderio, e scoperta.
Potete scriverci, anche in forma anonima, via mail a redazione@sextelling.it o compilando il form.


Articoli Correlati

Potresti esserti perso