Rober Niro Grassi 151029141408
LA POLEMICA 13 Novembre Nov 2015 2024 13 novembre 2015

Plagio, De Niro risponde a Grassi: «Calunnie»

L'attore si difende: «Siamo premi Oscar non abbiamo bisogno di una sconosciuta»

  • ...

La foto con dedica di Robert De Niro a Stefania Grassi.

Dopo essere stato accusato di plagio da Stefania Grassi (qui la sua denuncia a Lettera43.it) per il cortometraggio Ellis - scritto da Eric Roth e diretto dall'artista francese JR - così simile a L'uomo in frac che la giovane sceneggiatrice italiana aveva inviato alla Tribeca film, Robert De Niro risponde alla stampa Usa attraverso il suo avvocato.
«ASSURDO E CALUNNIOSO». Ricordando a più riprese che si sta parlando di due premi Oscar come De Niro e Roth, il legale ha liquidato come «assurda e calunniosa» la denuncia di Grassi.
«Il signor De Niro», ha aggiunto, «non accetta script e anche se qualcuno gliene propone uno, direttamente o tramite un amico, il materiale viene inviato al suo agente». Per questo, continua la nota, De Niro «non ha mai letto uno script di questa scrittrice sconosciuta e non l'ha passato a Roth».
L'IDEA È VENUTA A JR. L'avvocato poi fornisce una versione differente dei fatti: fu l'artista francese JR ad avvicinare la socia di De Niro in Tribeca, Jane Rosenthal. Lei avrebbe organizzato il tutto, spingendo JR e Roth a collaborare. Mentre «De Niro ha partecipato a titolo gratuito perché credeva fortemente nell'idea».
Lo stesso aveva raccontato JR il 7 aprile scorso a Le Figaro JR: per Ellis era stato ispirato da un libro regalatogli da Rosenthal. E il 28 ottobre, ad Art World, aveva spiegato come si trattasse, in buona sostanza, della storia della famiglia di Eric Roth, lo sceneggiatore del corto.
IL PRECEDENTE DI ROTH. Vero è che le somiglianze sono davvero parecchie. A questo inoltre va aggiunto che non è però la prima volta che Roth finisce nei guai: nel 2009 fu accusato di plagio dalla scrittrice italiana Adriana Pichini per Il curioso caso di Benjamin Button.
Anche gli Oscar copiano?

Correlati

Potresti esserti perso