ARTE 23 Novembre Nov 2015 1219 23 novembre 2015

Gli 'Psycodrammi' di Marco Perroni, in arte Rufoism

L'artista Marco Perroni presenta le sue opere alla GalleriaPiù di Bologna a partire dal 26 novembre. Al centro della mostra, l'uomo e le sue ossessioni (foto).

  • ...

Pittore, creativo, musicista. Marco Perroni, in arte Rufoism, trascende l'arte, riproponendo pezzi di umanità attraverso frammenti visionari e spietati, siano essi su tela, su carta, su digitale o sulle corde della sua chitarra quando suona con i Thee Boozers (qui un videoclip da lui realizzato), punk band seminale che da oltre 10 anni incendia i palchi italiani.
Alla GalleriaPiù di Bologna presenta un ciclo recente di lavori dedicati ai grandi temi dell'esistenza – l'amore, la morte, il destino, la solitudine – tutti riletti in chiave contemporanea, dal suo segno istintivo, graffiante, feroce (guarda la gallery).
Una cinquantina di opere (in mostra da giovedì 26 novembre fino a gennaio 2016), su carta e su tela, mescolano tecniche diverse, la tempera, la grafite, la matita, la china, il pennarello, l'acquerello, e affrontano, con ironia amara, soggetti di scottante attualità: l'individualismo e l'ordinaria follia, il sesso come antidoto all'abbandono, il conformismo e la provocazione.
LA COMMEDIA UMANA. È una piccola commedia delle umane debolezze quella che Rufoism mette in scena, in un viaggio nelle tenebre del quotidiano, che ripensa iconografie classiche, come quella medievale del cavaliere, la morte e il diavolo (di matrice düreriana) e motivi ispirati invece all'espressionismo nordico, nei nudi alla Schiele, nei tramonti alla Nolde. C'è sofferenza e insieme riscatto, ossessione di un corpo torturato dal piacere e pace stremata sulle coste di un mare che accoglie, ma non consola.
PERSONAGGI IN CERCA D'AUTORE. Il gesto rapido della mano, la commistione fra i linguaggi della pittura figurativa e la nevrosi dell'informale, segnano immagini che commuovo e respingono allo stesso tempo. Come la realtà odierna dei fatti, sospesa in bilico fra aspettative e appagamento. Protagonisti di questo gap ansiogeno sono orde di personaggi in cerca d'autore, battitori liberi, businessman, fumatori, bevitori, modelle, asini e cani, che recitano a soggetto, trascinandosi storie personali, pesanti come macigni.
LA PRESENZA DELL'EROS. Spesso, Rufoism ritorna al suo antico bestiario, allegorie di tipi umani nascosti dietro gli occhi vitrei delle civette, fra i denti aguzzi dei caimano, nelle code mozze dei meticci, piccoli come pulci. Donne che hanno corpi di pesci, pesci che hanno corpi di donne nuotano in acque opache. L'erotismo che aleggia nell'aria si taglia col coltello e Rufoism lo seziona come un analista, un investigatore dell'inconscio armato di matita e temperino.

Correlati

Potresti esserti perso