IN SALA 15 Aprile Apr 2016 1100 15 aprile 2016

«Hardcore!», 10 curiosità sul film

Interamente girato in prima persona. Con tecnologie nuove. E prodotto col crowdfunding. Analisi di una pellicola evento. Foto.

  • ...

Dai successi su YouTube al grande schermo, il regista Ilya Naishuller ha compiuto il grande passo con Hardcore!, un progetto che si ispira ai videogiochi e ai grandi film d'azione, sfruttando le nuove tecnologie per proporre un'esperienza visiva originale e coinvolgente (guarda la photogallery).
Il protagonista è Henry che, dopo essersi risvegliato, scopre che alcune parti del suo corpo sono state sostituite con impianti cibernetici. La situazione diventa ancora più complicata dopo il rapimento della moglie Estelle (Haley Bennett) da parte di Akan (Danila Kozlovsky), determinato a dominare il mondo con i suoi superpoteri. Henry, sul suo percorso, incontrerà poi uno strano scienziato ribelle (Sharlto Copley).
ESAGERATO E SPETTACOLARE. Sopra le righe, esagerato e spettacolare, Hardcore! punta tutto sull'originalità e sull'impatto delle sequenze d'azione mettendo in secondo piano ogni possibile coerenza narrativa e logica. Inseguimenti folli, sparatorie, poteri dalle origini misteriose, umorismo poco politically correct ed eccessi di ogni tipo animano infatti l'esordio nel mondo del cinema di Naishuller che sa sicuramente come riuscire a far parlare di sé e conquistare l'attenzione mediatica, cercando di attirare nei cinema le nuove generazioni di spettatori, abituate a commistione tra mondi e generi.
Andiamo alla scoperta di qualche curiosità su questo particolarissimo film.

1. L'origine del progetto: un video musicale virale

Nonostante lo stile narrativo possa far ipotizzare una fonte d'ispirazione esclusivamente legata al mondo dei videogiochi, il lungometraggio è l'evoluzione del video musicale Bad Motherf*cker diretto proprio da Ilya Naishuller.
IL REGISTA È FRONT MAN DI UNA BAND. Il filmmaker russo è infatti il front man del gruppo Biting Elbows e il video raccontava una storia dal punto di vista del protagonista. Il risultato finale è stato talmente affascinante e coinvolgente da raggiungere oltre 120 milioni di visualizzazioni in tutto il mondo.
Tra le persone entusiaste c'era anche il produttore e regista Timur Bekmambetov che ha mandato un messaggio su Facebook a Naishuller incoraggiandolo a trasformare l'idea in un lungometraggio.

  • Il video di Bad Motherf*cker dei Biting Elbows.

2. Una tecnologia creata su misura: la GoPro a servizio del film

Per girare un film caratterizzato da una struttura narrativa così particolare, è stato necessario trovare dei metodi innovativi. Il progetto ha infatti potuto contare su macchine da presa GoPro Hero 3 Black Edition e sugli equipaggiamenti creati appositamente per le riprese che dovevano permettere allo spettatore di vivere in prima persona gli eventi raccontati sul grande schermo.
ALCUNI FOTOGRAMMI CREATI AL COMPUTER. La GoPro ha collaborato attivamente alla realizzazione del film fornendo materiale, l'accesso ad alcuni software specifici che aiutassero la produzione, e rispondendo a ogni tipo di domande tecniche. I responsabili degli effetti speciali, curati da Zero Vfx, hanno poi dovuto fare i conti con problemi di distorsione delle immagini e l'impossibilità di usare il tracking. Alcuni fotogrammi sono stati inoltre completamente creati al computer, insieme all'aggiunta di elementi ed effetti visivi spettacolari.

3. Un casco veramente unico: un mix di ingegneria e sport

È stato Vladimir Kotihov, ingegnere e giocatore di football, a ideare il casco indossato dal protagonista per le riprese. Hardcore! richiedeva una buona stabilizzazione ma doveva risultare al tempo stesso leggero e resistente. Per arrivare alla versione finale sono stati realizzati circa cinque o sei prototipi.

4. Una star scelta fin dall'inizio: Sharlto Copley

Ilya ha spiegato di aver pensato a Sharlto Copley come a uno dei protagonisti del film fin dall'inizio. A mettere in contatto il regista con l'attore è stato Timur Bekmambetov.
«IL FILM PIÙ COMPLICATO DELLA MIA CARRIERA». Il personaggio da affidargli, durante la chiamata via Skype tra il filmmaker e la star, non era però ancora stato delineato e Naishuller ha creato Jimmy espressamente con lo scopo di convincere Copley a partecipare al progetto, ideandone le molteplici versioni presenti nella trama.
Sharlto ha successivamente rivelato che è stato il film più complicato da girare della sua carriera.

5. Uno dei più grandi ostacoli durante le riprese: il meteo

Le riprese del film hanno subito ritardi e la produzione ha dovuto superare molti ostacoli.
NEVE DA METÀ SETTEMBRE. Il più grande è stato rappresentato dal meteo, visto che a Mosca ha iniziato a nevicare a metà settembre.
Per riuscire a realizzare la sequenza finale ambientata su un tetto è stato ad esempio realizzato un set in un teatro di posa a causa dell'impossibilità di girare le sequenza all'aperto.

6. Una scena non scritta: l'incidente entra nel film

Nel film si assiste a una sequenza in cui Henry scende da un ascensore e colpisce violentemente una donna, gettandola a terra.
COMPARSA INVESTITA INVOLONTARIAMENTE. La sequenza non era prevista: una comparsa, infatti, si trovava nel posto sbagliato, venendo quindi investita involontariamente. Dopo quanto accaduto, tuttavia, la donna si è alzata e ha chiesto se la scena sarebbe stata utilizzata ugualmente.

7. Una sceneggiatura scritta in corso d'opera: l'ispirazione delle location

La sceneggiatura ha subito delle modifiche una volta arrivati sul set: il regista ha spesso tratto ispirazione dalle location scelte ideando nuove scene d'azione o cambiando dei passaggi della trama.

8. Un progetto indipendente: il crowdfunding dei fan

Il film Hardcore! non avrebbe mai potuto arrivare nelle sale senza il sostegno dei fan: grazie alla piattaforma Indiegogo sono infatti stati raccolti i fondi necessari a ottenere il budget per realizzare la postproduzione nel migliore dei modi e a comporre la colonna sonora.
CONTRIBUTI DA TUTTO IL MONDO. Il progetto ha ottenuto un'incredibile attenzione mediatica, riuscendo a ottenere contributi economici da ogni angolo del mondo, persino da Corea, Israele, Danimarca e Svezia.

9. Un film indipendente conteso dalle major: la lotta per i diritti

Il film Hardcore! ha debuttato in anteprima mondiale al Toronto Film Festival a settembre e l'accoglienza ricevuta ha dato il via a un'aspra lotta per ottenerne i diritti di distribuzione.
DIECI MILIONI PER I DIRITTI. In lizza per ottenere l'opportunità c'erano alcuni dei nomi più importanti nel mondo cinematografico mondiale: Lionsgate, Universal, e Stx Entertainment che alla fine ha conquistato la sfida pagando 10 milioni di dollari.

10. Dai videogiochi ai fumetti: i progetti legati a Hardcore!

Il lungometraggio ha mantenuto un legame con alcune delle sue fonti d'ispirazione, videogiochi e fumetti, anche grazie alla campagna di marketing ideata per il suo arrivo nelle sale.
UN FUMETTO PER SPIEGARE AKAN. Il videogioco Payday 2, a partire dal 24 marzo, ha ad esempio messo a disposizione il Jimmy Character Pack che contiene il personaggio di Jimmy, nuove armi e la possibilità di mettersi alla prova con delle rapine specifiche. L'origine dei poteri di Akan, inoltre, verranno spiegate in un fumetto prequel.

  • Il trailer di Hardcore!.

Regia: Ilya Naishuller; genere: azione (Russia, Usa, 2015); attori: Sharlto Copley, Haley Bennett, Danila Kozlovksy, Tim Roth.

Twitter @B_P81

Correlati

Potresti esserti perso