IN SALA 6 Maggio Mag 2016 1316 06 maggio 2016

«Captain America: Civil War», 10 curiosità sul film

Arriva al cinema il nuovo capitolo della saga degli Avengers. Che per la prima volta si scontrano tra di loro.

  • ...

Il Marvel cinematic universe è ormai entrato nella sua Fase Tre con Captain America: Civil War e, in attesa di scoprire il mondo magico di Doctor Strange, è arrivato il momento di assistere a una spaccatura nel team degli Avengers che avrà delle importanti conseguenze.
Nonostante tecnicamente sia il terzo film dedicato a Steve Rogers, la storia vede coinvolti in modo importante anche Iron Man e gli altri eroi.
UN ANNO DOPO AGE OF ULTRON. La vicenda prende il via circa un anno dopo gli eventi mostrati in Age of Ultron; a Lagos, in Nigeria, Steve Rogers, Natasha Romanoff, Sam Wilson e Wanda Maximoff impediscono che venga rubata un'arma biologica causando però morte e distruzione.
Al loro ritorno negli Stati Uniti, gli Avengers ricevono la richiesta di firmare gli Accordi di Sokovia che prevedono un controllo, da parte di un ente governativo internazionale, delle persone dotate di superpoteri e la possibilità di intervenire solo quando richiesto dalle Nazioni Unite.
Tony Stark è a favore dell'idea mentre Steve Rogers non si fida delle istituzioni e preferirebbe maggiore libertà. Natasha si reca quindi a Vienna per ratificare gli Accordi ma un attentato porta alla morte di T'Chaka, re dello Stato del Wakanda.
ROGERS DIFENDE WINTER SOLDIER. Il colpevole sembra essere Bucky Barnes (Winter Soldier) e la difficile situazione porta quindi a uno scontro tra chi sostiene Captain America e chi è invece a favore delle idee di Iron Man.
Nonostante le tematiche complesse e cupe, Captain America: Civil War mantiene intatto quel quasi perfetto equilibrio tra azione e umorismo che contraddistingue da tempo le storie targate Marvel. La regia dei fratelli Russo è dinamica e spettacolare, in grado di enfatizzare le conseguenze drammatiche delle azioni compiute dagli Avengers, in particolare da Scarlet Witch e Visione, senza però mettere in secondo piano il ritmo leggero del progetto. Il confronto tra Tony e Steve è ben gestito e la grande curiosità nei confronti di Tom Holland nel ruolo del giovane Peter Parker è ripagata con momenti molto divertenti e un ottimo feeling con Robert Downey Jr. Gli aspetti politici sono presenti, tuttavia l'attenzione è concentrata sugli elementi più umani della storia: dai sensi di colpa alla lealtà, senza dimenticare l'importanza dell'amicizia e della famiglia, perduta o assente. Steve e Tony hanno infatti dovuto entrambi fare i conti con la solitudine e appaiono entrambi alla ricerca di punti fermi, dando vita a uno scontro più che ideologico quasi emotivo.
DIALOGHI LEGGERI E BRILLANTI. La durezza del conflitto tra gli Avengers viene smorzata spesso da dialoghi leggeri e brillanti, e in questo modo la durata un po' eccessiva del film non penalizza eccessivamente un progetto che avrebbe forse meritato un maggiore approfondimento dei villain e degli aspetti globali, ma che compie senza troppa difficoltà il proprio compito di proseguire la narrazione e gettare le basi per i futuri capitoli delle storie targate Marvel.
Andiamo alla scoperta di qualche curiosità su questo atteso film (Attenzione! Alcuni punti contengono delle anticipazioni sulla trama e sui protagonisti).

1. Dal fumetto al film: tante differenze nell'adattamento della storia

La storia raccontata nella miniserie a fumetti scritta da Mark Millar e disegnata da Steve McNiven è molto diversa rispetto alla versione cinematografica.
Nel lungometraggio è uno scontro che avviene a Lagos, in Nigeria, ad avere delle drammatiche conseguenze ed è Scarlet Witch a compiere il gesto involontario che causerà morte e distruzione.
Agli Avengers viene quindi chiesto di firmare gli accordi di Sokovia, che prendono il nome dalla nazione in cui è avvenuto lo scontro con Ultron, e Tony Stark è a favore del controllo delle Nazioni Unite sugli interventi del gruppo di eroi, a differenza di Steve Rogers.
TEAM PIÙ NUMEROSI NEI FUMETTI. Tra le pagine i due team sono molto più numerosi e comprendono anche personaggi come Daredevil, gli X-Men e Captain Marvel. Spider-Man, in particolare, nei fumetti è già sposato e decide di svelare pubblicamente la sua identità, scelta che avrà delle conseguenze tragiche sulla sua famiglia.
La versione cinematografica del personaggio è invece quella di un teenager che sta iniziando a capire le proprie capacità, cercando in tutti i modi di non far scoprire a zia May la sua doppia identità.
La trama si distanzia progressivamente molto dalle pagine e coinvolge anche il colonnello Helmut Zemo, puntando poi l'attenzione sul legame tra Steve Rogers e Bucky.

2. I due schieramenti: Team Cap e Team Iron Man

Sul grande schermo Tony Stark può contare su un team composto da Vedova Nera, Visione, Pantera Nera, Spider-Man e War Machine. Il gruppo guidato da Captain America è invece formato da Falcon, Ant-Man, Occhio di Falco, il Soldato d'inverno, Scarlet Witch e Sharon Carter.
COME IN UN MATRIMONIO. Robert Downey Jr. e Chris Evans, in più occasioni hanno paragonato lo scontro tra i due personaggi a un matrimonio perché si vogliono bene, e cercano di raggiungere gli stessi obiettivi, ma hanno diversi approcci ai problemi e questo causa molte difficoltà nel trovare un accordo. Nessuno dei due, tuttavia, secondo le due star, ha ragione o torto.

3. Due grandi assenti: Thor e Hulk

Nel tredicesimo film della Marvel mancano due importanti membri degli Avengers. Thor e Hulk non sono infatti presenti, anche se si fa riferimento a entrambi.
Durante le riprese erano apparse alcune notizie che riportavano la presenza di Mark Ruffalo, interprete di Bruce Banner, sul set.
UN PUBLICIST SCAMBIATO PER RUFFALO. Quell'uomo, però, non era Ruffalo, ma il publicist dei film, John M. Pisani, che somiglia vagamente alla star ed è stato scambiato per lui, alimentando la teoria di una presenza del personaggio.
Gli sceneggiatori del film hanno ammesso recentemente che si era valutata l'idea di inserire il personaggio in una delle sequenze dopo i titoli di coda ma di essere arrivati alla conclusione che non avrebbe aggiunto nulla alla storia e non sarebbe stata utile nel contesto generale.

4. Il nuovo Spider-Man e quel legame con Tony Stark

Nel film è Tony ad arruolare Peter Parker e a coinvolgerlo nello scontro. Le prime sequenze mostrano infatti Tom Holland arrivare a casa, dove trova il miliardario impegnato in una conversazione con zia May.
Per scegliere il giusto interprete dell'Uomo Ragno sono state fatte moltissime audizioni, anche alla presenza di Chris Evans e Robert Downey Jr. per verificare il feeling con le star.
HOLLAND SUPPORTATO DA DOWNEY JR. L'interprete di Iron Man ha subito offerto il proprio sostegno a Tom rivelandogli che anche lui era terrorizzato durante il suo primo provino per il ruolo di Iron Man ma che non c'era nulla da temere, rassicurandolo che se avesse sbagliato una battuta avrebbero ricominciato.
Il legame tra Tony e Peter sarà un elemento presente anche in Spider-Man: Homecoming: la Marvel ha infatti confermato la presenza di Downey Jr. nel cast.

5. Forte come Cap: l'allenamento di Chris Evans

Una delle sequenze più spettacolari del film è quella in cui Steve Rogers impedisce a un elicottero di decollare tenendolo fermo con le proprie mani.
ALLA CACCIA DI UN RISULTATO REALISTICO. Per girare quella scena Chris Evans ha dovuto allenarsi duramente perché i fratelli Russo volevano che il risultato finale apparisse realistico.
Ovviamente sul set l'attore tratteneva il braccio girevole di una gru ma lo sforzo è stato ugualmente così intenso da far subire alla star un piccolo infortunio.

6. L'immancabile cameo: Stan Lee corriere FedEx

Come in ogni film della Marvel non può mancare ovviamente un cameo di Stan Lee, figura iconica del mondo dei fumetti.
UN PACCO PER TONY STARK. In Civil War la sua scena arriva negli ultimi minuti e il ruolo affidatogli è quello di un corriere della FedEx che deve consegnare un pacco a Tony Stark, sbagliandone il cognome e causando alcune esilaranti battute.

7. Un'ospite speciale sul set: Hayley Atwell

L'attrice Hayley Atwell, interprete dell'agente Carter, nel mese di maggio 2015 aveva condiviso sul suo profilo Twitter delle divertenti foto scattate sul set del lungometraggio diretto dai fratelli Russo.
SCATTI DAL DIETRO LE QUINTE. Negli scatti si potevano vedere dei momenti di relax del cast come Chris Evans intento a giocare a Witches' Brew sul suo tablet e Anthony Mackie che cercava di ripararsi dalle alte temperature con un ombrellone.
Tra i segreti rivelati dall'attrice anche il contenuto del frigo di Captain America: Muscle Milk, una bevanda ricca di proteine utile a mantenere la forma fisica.
L'agente Carter, tuttavia, non appare nel film: Hayley è presente solo grazie a una foto.

8. Falcon il vero amico di Capitan America

Nel film il legame tra Steve Rogers e Bucky contribuisce in modo significativo a inasprire il conflitto tra Captain America e Iron Man.
PIÙ AMICO DI WINTER SOLDIER. Chris Evans ha però spiegato che è Falcon il vero amico del suo personaggio perché gli è stato vicino sapendo benissimo chi era: «Possiamo tutti relazionarci a questa situazione. Abbiamo degli amici del periodo della giovinezza che lo erano perché stavamo crescendo e non sapevamo ancora molte cose. E quando invecchi scegli i tuoi amici perché sai un po' di più chi sei».

9. Paul Rudd, il fan (sfegatato) che non ti aspetti

L'interprete di Ant-Man, un po' come il suo personaggio, è stato incredibilmente entusiasta di incontrare gli Avengers.
«COME UN BAMBINO DI 10 ANNI». Nel momento in cui ha iniziato a girare con Robert Downey Jr., Chris Evans e tutti gli altri protagonisti in costume, Rudd ha confessato di essersi sentito come un bambino di 10 anni.
Mentre l'interprete di Captain America è andato in bagno, Paul non ha inoltre resitito alla tentazione di prendere in mano lo scudo di Steve Rogers e provare a fare qualche mossa.

  • Paul Rudd racconta il suo arrivo sul set.

10. I prossimi progetti Marvel: da Black Panther a Infinity War

Nel film diretto dai fratelli Russo, che dà il via alla fase tre del Marvel cinematic universe, vengono introdotti anche alcuni personaggi che ritorneranno sul grande schermo da assoluti protagonisti.
2017: IL RITORNO DI SPIDER-MAN. La presenza forse più attesa era quella di Tom Holland nel ruolo di Peter Parker: il protagonista di Spider-Man: Homecoming, nelle sale americane dal 28 luglio 2017, viene presentato inizialmente insieme a zia May (ruolo affidato a Marisa Tomei), ed entra poi in azione accanto a Iron Man.
Peter è inoltre al centro della seconda sequenza inserita dopo i titoli di coda, che lo vede ironicamente parlare della battaglia insieme alla zia e mostrare un 'dono' di Tony Stark.
BLACK PANTHER NEL 2018. Nel 2018 sarà invece Chadwick Boseman a tornare in azione con il ruolo di Pantera Nera, come annunciato dalla sequenza inserita dopo l'epilogo di Civil War che mostra i primi dettagli del mondo di Wakanda, la nazione africana contraddistinta da un'avanzata tecnologia grazie alle miniere di Vibranium, il materiale con cui è costruito lo scudo di Captain America.
Prima di rivedere gli Avengers riuniti in Infinity War, ci sarà però spazio per gettare le basi per il conflitto contro Thanos nel sequel di Guardiani della Galassia, distribuito a maggio 2017, e in Thor: Ragnarok, nei cinema a novembre del prossimo anno.
PRESENTE ANCHE ANT-MAN. In Captain America: Civil War è poi presente anche Ant-Man e il personaggio interpretato da Paul Rudd ritornerà accanto a Evangeline Lilly in Ant-Man and the Wasp, il sequel che dovrebbe approdare nelle sale a luglio 2018. Per ora non è invece stato rivelato quando avverrà il debutto di Captain Marvel: il personaggio di Carol Danvers sarà protagonista del progetto distribuito nei cinema nel marzo 2019, tuttavia è probabile una sua apparizione in uno dei film precedenti dello studio.
L'attesa per immergersi di nuovo nel mondo Marvel non sarà comunque molto lunga: a novembre sarà possibile scoprire la versione cinematografica di Doctor Strange, ruolo affidato a Benedict Cumberbatch. L'universo Marvel terrà poi compagnia agli spettatori almeno fino al 2020, anche se alcune indiscrezioni parlano addirittura di progetti fino al 2028.

Regia: Anthony e Joe Russo; genere: azione (Usa, 2016); attori: Chris Evans, Robert Downey Jr., Scarlett Johansson, Sebastian Stan, Anthony Mackie, Don Cheadle, Jeremy Renner, Chadwick Boseman, Paul Bettany, Elizabeth Olsen, Tom Holland, Paul Rudd, Daniel Bruhl.

  • Il trailer di Captain America: Civil War.

Twitter @B_P81

Correlati

Potresti esserti perso