Menzio 160510133659
SPIRITO ASPRO 10 Maggio Mag 2016 1301 10 maggio 2016

Menzio incarna la nostra fobia più grande: l'algebra

Menzio scambiato per jihadista. Ma se la paranoia anti-islamica non c'entrasse? Il nostro vero terrore, in fondo, è un altro: la matematica. Il graffio di Lia Celi.

  • ...

Macché equivoco. La passeggera del volo American Airlines 3950 che ha segnalato agli addetti alla sicurezza il suo vicino di posto, lo stimato professore di economia della Pennsylvania University Guido Menzio, scambiandolo per un terrorista, non è l'ennesima vittima della dilagante paranoia anti-islamica che fa vedere in qualunque individuo stazzonato dall'aspetto mediterraneo un jihadista con i pantaloni pieni di esplosivo.
LA FOBIA DELL'ALGEBRA. O meglio, una paranoia c'è, ma non c'entra con la carnagione olivastra e i capelli spettinati di Menzio, bensì con quello che stava scrivendo su un bloc notes: equazioni algebriche.
Il professore torinese, medaglia Carlo Alberto come miglior economista under 40, incarnava una fobia ben più radicata nell'immaginario e nell'emotività dell'uomo e della donna occidentale, antica quanto la paura dell'arabo cattivo, e più destabilizzante in quanto inoculata fin dalla più tenera età: il terrore dell'insegnante di matematica.
Diciamo che Menzio assommava i due nostri peggiori spauracchi, il terrorista musulmano fanatico e il prof che ti sega in algebra, pericolosissimo soprattutto a fine anno scolastico.
IL CALIFFATO MATEMATICO. Del resto usiamo numeri arabi, algoritmo deriva dal nome del matematico arabo al-Kuwarizmi, e algebra in arabo significa (attenzione!) «restaurazione», termine applicabile sia allo spostamento di un termine da un membro all'altro di un'equazione che all'imposizione di una visione tradizionale e conservatrice dell'Islam.
In geometria la tradizione greca è ancora la più forte, ma il mondo dei numeri moderni è stato organizzato da gente con barba e turbante, un Califfato matematico che da millenni incute nell'occidentale un profondo, oscuro timore.
L'ASSURDO LOGICO DEL CRISTIANESIMO. Altrimenti non si spiega come mai nelle scienze matematiche brillino gli studenti asiatici mentre chi proviene dalla cultura cristiana sia regolarmente in affanno.
Del resto alla base del Cristianesimo sta un assurdo logico-matematico, e cioè che uno sia uguale a tre: non c'è da stupirsi se chi sostiene cocciutamente che uno è uno e tre è tre viene considerato una specie di Anticristo.
E se nella cattolicissima Italia non ci si vergogna, anzi, si ammette con un pizzico di orgoglio, di non aver mai capito una mazza di matematica e di essere sempre andati meglio in italiano.
Che è come dire: sono una persona normale, con emozioni e sentimenti umani, non un essere freddo e arido incapace di amare, e nocivo ai miei simili.

Vade retro tabelline

Nel vedere la penna di Guido Menzio tracciare veloce quelle x, y e z, destreggiandosi fra regole di Kramer e Ruffini, la passeggera si è sentita agghiacciare la spina dorsale come se l'avesse visto estrarre dell'esplosivo nascosto all'interno di una copia del Corano.
UNA CATEGORIA PERICOLOSA. L'idea di averlo come vicino di posto per un lungo volo transoceanico le è sembrata intollerabile.
E se a un certo momento le avesse chiesto di risolvere un sistema di equazioni? O il teorema di Rouché-Capelli? O quelle tabelline che non ricorda mai nessuno, tipo quella del sette e dell'otto?
La povera donna era già in un bagno di sudore gelido. Le mancava il respiro. E così ha avvertito la sicurezza, che, con il consenso del pilota, ha fatto scendere Menzio e l'ha interrogato.
«Sarebbe bastato googlare il mio nome per capire che ero un economista», ha detto il professore.
Ma chi gli dice che gli addetti alla sicurezza non l'abbiano fatto? Scoprendo così che Menzio, oltre a dilettarsi perversamente di algebra, appartiene a una categoria responsabile di parecchie sciagure che hanno colpito l'umanità negli ultimi cinquant'anni, e più perniciosa di al Qaeda e Isis messe assieme.
WELFARE RIDOTTO COME PALMIRA. Basti pensare alla teoria di Reinhart e Rogoff sul legame fra alto debito pubblico e bassa crescita, origine delle politiche di austerity che stanno schiacciando mezza Europa.
E dell'equazione bassi salari uguale più competitività, che piaceva tanto a Mario Draghi.
Entrambe erano inficiate da una serie di errori ammessi dagli stessi autori, ma questo non ha impedito loro di sterminare la classe media in diversi Paesi e di ridurre il welfare come Palmira.
Una volta accertata la pericolosità di chi avevano fra le mani, è già molto che gli addetti alla security dell'American Airlines abbiano semplicemente ritardato la partenza del velivolo di un'ora e mezza e non fatto evacuare aereo e aeroporto, previa extraordinary rendition di Menzio in qualche nuova Guantanamo.
Forse il professore ha minacciato di interrogarli a bruciapelo sui polinomi.

Twitter @LiaCeli

Correlati

Potresti esserti perso