FURTO 11 Maggio Mag 2016 2021 11 maggio 2016

Verona, ritrovati in Ucraina i quadri rubati al museo Castelvecchio

Destinate al mercato russo, erano state rubate nel novembre 2015.

  • ...

Tintoretto, Rubens, Mantegna e Pisanello. Erano scomparsi da Verona il 19 novembre 2015, sono stati recuperati in Ucraina.
Erano lì i 17 dipinti di grande valore rubati dal museo Castelvecchio. A dare notizia, l'11 maggio 2016, del ritrovamento è stato il comandante della polizia di frontiera ucraina, Viktor Nazarenko.
VERSO LA MOLDOVA. I quadri sono stati ritrovati il 6 maggio nella regione di Odessa e stavano per essere portati in Moldova.
«Tiriamo un grande sospiro di sollievo e siamo felici, perchè è un pezzo importantissimo di Verona che torna ai cittadini veronesi e a tutto il mondo», ha affermato il sindaco di Verona, Flavio Tosi, «esprimo un ringraziamento enorme alle forze dell'ordine, in particolare all'Arma dei carabinieri, che con un grande lavoro e con la collaborazione internazionale hanno conseguito un risultato straordinario».
Il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini ha festeggiato su Twitter: «Si chiude la vicenda del furto di Verona. Prima arrestati dai CC Tutela Patrimonio i colpevoli e ora recuperati i capolavori in Ucraina».


ARRESTATI I PRESUNTI LADRI. L'operazione ha portato anche ad alcuni arresti. «Il risultato finale», ha detto un investigatore, «non è un caso. Non abbiamo mai lasciato il territorio ucraino e moldavo». Non è noto il numero delle persone arrestate.
Secondo la polizia ucraina, le opere erano state portate nella regione di Odessa per sottrarle alle ricerche in corso in Moldova e per essere poi vendute in Ucraina e in Russia.
Le tele, secondo l'agenzia Tass, sono state spedite in Ucraina usando i «trasporti postali internazionali» e sono state rinvenute sull'isola di Turunciuk, sul fiume Dnestr, vicino alla Transnistria.
NASCOSTI TRA I CESPUGLI. I quadri erano nascosti tra folti cespugli verdi e chiusi in sacchi di plastica. «Questi quadri sono le stelle del museo Castelvecchio di Verona», ha detto il presidente ucraino Petro Poroshenko complimentandosi con le forze dell'ordine della repubblica ex sovietica per aver ritrovato le opere rubate.
Il 7 maggio una perizia ha confermato l'autenticita' delle opere.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso