ARTE 13 Maggio Mag 2016 0859 13 maggio 2016

I 'Cani sciolti' di Marco Perroni, in arte Rufoism

L'artista presenta le sue opere al Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo (Ra) a partire dal 6 maggio. Al centro della mostra, i "randagi": le comparse dell'esistenza umana (foto).

  • ...

Dopo la mostra autunnale alla GalleriaPiù di Bologna, dove ha presentato un ciclo di lavori dedicati ai grandi temi dell'esistenza (guarda la gallery), Marco Perroni, in arte Rufoism, è tornato con una nuova serie di opere al Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo (Ravenna), dove saranno esposte fino al 10 luglio (guarda la gallery della mostra).
Pittore, creativo, musicista. Rufoism trascende l'arte, riproponendo pezzi di umanità attraverso frammenti visionari e spietati, siano essi su tela, su carta, su digitale o sulle corde della sua chitarra quando suona con i Thee Boozers (qui un videoclip da lui realizzato), punk band seminale che da oltre 10 anni incendia i palchi italiani.
«RAMINGO DELL'ARTE». Il nome della nuova raccolta, Cani sciolti, dice molto dei suoi quadri, ma anche dello stesso Perroni. «Un ramingo dell'arte, insofferente alle regole di uno stile codificato», lo descrive la curatrice della mostra, Chiara Gatti, «dipinge come un informale soggetti figurativi con toni surreali in situazioni underground. Il suo gesto è randagio più di lui, a volte nevrotico, altre volte disteso sotto i buoni influssi dell'amore, che lo lenisce e lo distoglie dalle ansie quotidiane. E randagissimi sono pure i suoi personaggi, orde di uomini soli, chiusi nel silenzio di una sigaretta, nell'isolamento etilico di un tavolino da bar».

La locandina della mostra di Rufoism.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso