CINEMA 14 Maggio Mag 2016 1300 14 maggio 2016

«Money Monster», 10 curiosità sul film di Jodie Foster

Clooney e Roberts insieme per un thriller economico. Tra soldi, frodi e rapimenti.

  • ...

Al Festival di Cannes, dove è stato presentato la sera del 12 maggio fuori concorso, ha ottenuto un'ottima accoglienza. Lo stesso giorno Money Monster - L'altra faccia del denaro è approdato nelle sale italiane.
Il lungometraggio diretto da Jodie Foster affronta con un ritmo serrato e in tempo reale tematiche e problemi attuali che trovano spazio sul grande schermo attraverso la storia di Kyle Budwell (Jack O'Connell): un investitore che ha perso tutti i suoi risparmi a causa di un suggerimento dato dal programma televisivo finanziario condotto da Lee Daniels (George Clooney).
UN ANCHORMAN IN OSTAGGIO. L'uomo decide quindi di prendere in ostaggio il presentatore durante la diretta dello show, e Lee e la produttrice Patty (Julia Roberts) dovranno lottare contro il tempo per svelare cosa si nasconde dietro una cospirazione economica.
La bravura del cast e la regia attenta della Foster rendono Money Monster, quasi nella sua totalità, un film ben ritmato e dall'approccio tagliente e dissacrante nei confronti dei media e del rapporto delle persone con il denaro.
RISULTATO DEBOLE NELLA SOSTANZA. Ambientazione e della struttura temporale sono ben gestite, tuttavia il risultato finale appare ottimamente confezionato ma debole nella sua sostanza, pur offrendo delle performance brillanti dell'intero cast, regalando così un intrattenimento di alto livello.
Andiamo alla scoperta di qualche curiosità sul film

1. Un budget cresciuto grazie: Clooney e Roberts valgono milioni

Il film, pur essendo prodotto da uno studio hollywoodiano, può contare su un budget di medio livello ottenuto principalmente grazie al coinvolgimento di star come George Clooney e Julia Roberts.
UN BUDGET INIZIALE DI 3-6 MILIONI. Jodie Foster ha ammesso che se non avesse scelto delle star per i ruoli principali avrebbe ottenuto dei fondi pari forse a 3-6 milioni di dollari, cifra che non avrebbe permesso di coprire la spesa prevista per una sceneggiatura come quella di Money Monster.
La regista ha tuttavia sottolineato che la storia sarebbe stata ugualmente interessante e coinvolgente anche se portata sul grande schermo con meno soldi a disposizione, mostrando solo due personaggi all'interno di uno studio televisivo.

2. Una presenza quasi a sorpresa: Julia Roberts

Jodie Foster era convinta che l'attrice Julia Roberts non avrebbe accettato la parte di Patty e ha svelato di non aver mai pensato di avere qualche chance di averla nel cast di Money Monster.
SCRIPT PASSATO DA CLOONEY. È stato però George Clooney a darle la sceneggiatura e a parlarle del progetto. Così, quando ormai mancava poco tempo all'inizio delle riprese, l'attrice ha chiamato la produzione per comunicare la propria decisione e confermare la sua presenza sul set.

3. Jodie Foster risparmiata dagli scherzi di Clooney

George Clooney è conosciuto per la sua abitudine di compiere molti scherzi sul set ma Jodie Foster ha rivelato di essere stata, per ora, risparmiata dalla voglia di divertirsi della star.
La regista è però certa che arriverà presto il suo turno perché a volte George si impegna a lungo per curare in ogni dettaglio il suo scherzo.
LETTERE FALSE A MERYL STREEP. L'attore, per esempio, ama inviare delle lettere fingendosi un'altra persona, dopo aver creato della carta intestata per l'occasione.
Tra le vittime dell'elaborata strategia di Clooney, in passato, c'è stata persino Meryl Streep che ha ricevuto un messaggio falso firmato da Brad Pitt.

4. L'ispirazione di O'Connell: This is England

L'attore Jack O'Connell ha rivelato che si è ispirato al film This Is England, che ha visto quando aveva 14 anni, per riuscire a capire come interpretare la rabbia che prova il suo personaggio, la sua furia e la sua voglia di giustizia.

5. L'idea di Clooney: rendersi ridicolo

George Clooney ha avuto l'idea di far aprire il programma condotto da Lee Gates da un balletto.
DIVERTIMENTO SUL SET. Quando è arrivato sul set ha iniziato a lavorare con un coreografo e il produttore Grant Heslov ha svelato che vedere l'attore danzare regalava attimi di grande divertimento a chiunque avesse la fortuna di assistere alla costruzione della scena.
Jodie Foster ha inoltre spiegato che George aveva deciso di rendersi ridicolo e ci è riuscito veramente, dando vita a un momento surreale.

6. Gli eventi in tempo reale: una passione di Clooney

Clooney ha un rapporto molto speciale con gli eventi raccontati in tempo reale: fin da bambino seguiva suo padre condurre il telegiornale e quando faceva parte del cast del medical drama E.R. ha convinto la Nbc a girare un episodio in diretta.
Successivamente George è stato tra i produttori del film per il piccolo schermo intitolato A prova di errore, anche in questo caso realizzato in tempo reale.

7. Realismo anche nelle location: la sala regia è quella della Cbs

Le scene ambientate nella sala regia in cui lavora Patty sono state realizzate negli studi della CBS nella West Side di Manhattan. La scelta della location è stata presa per mantenere alto il livello di realismo della diretta televisiva.

8. Riprese complicate: macchine diverse per esprimere le emozioni

Una delle difficoltà più grandi durante le riprese è stata rappresentata dall'utilizzo della macchina da presa perché nelle scene si vedono le telecamere della trasmissione mentre riprendono quello che accade.
Per risolvere gli ostacoli tecnici è stato necessario lavorare con attenzione sugli spazi e sulle inquadrature.
VERI OPERATORI TELEVISIVI SUL SET. L'utilizzo di macchine diverse ha inoltre concesso alla regista la possibilità di offrire un'estetica differente in base alle emozioni e all'energia che si volevano trasmettere.
Queste scelte hanno permesso anche di utilizzare dei veri operatori televisivi e non attori dietro le telecamere che appaiono nelle sequenze. Gli attori hanno invece dovuto girare tutte le scene ambientate negli studi televisivi due volte: la prima dal punto di vista delle telecamere dello show e la seconda da quello cinematografico.

9. Il colore dei soldi si rispecchia nelle scelte cromatiche

Un elemento molto particolare legato alla realizzazione del film riguarda le scelte cromatiche prese per Money Monster: molti programmi televisivi legati alla finanza utilizzano un colore blu acceso, tonalità che nel film è stata ripresa fondendola a quello dei soldi, inserendo quindi uno sfondo sul giallo-verde

10. Clooney e Roberts: due chiacchieroni sul set

George Clooney e Julia Roberts hanno in realtà lavorato insieme sul set solo il primo e l'ultimo giorno delle riprese.
SCHERZI E BATTUTE. I due amici, che hanno collaborato più volte nel corso degli anni, erano talmente rilassati che scherzavano e facevano battute senza tregua, costringendo Jodie Foster a ricordare continuamente che dovevano concentrarsi per concludere il lavoro.

  • Il trailer di Money Monster - L'altra faccia del denaro.

Regia: Jodie Foster; genere: drammatico (Usa, 2016); attori: George Clooney, Julia Roberts, Jack O'Connell, Dominic West, Caitriona Balfe, Giancarlo Esposito.

Twitter @B_P81

Correlati

Potresti esserti perso