Locandina 160520140524
CINEMA 20 Maggio Mag 2016 1400 20 maggio 2016

«X-Men: Apocalisse», 10 curiosità sul film

Terzo capitolo degli X-Men: in scena arriva un villain spettacolare e divino. Cosa c'è da sapere sull'ultimo lavoro del regista Singer.

  • ...

Bryan Singer è tornato alla regia di un film dedicato ai famosi mutanti conosciuti tra le pagine dei fumetti per realizzare X-Men: Apocalisse, il terzo capitolo della saga che ha preso il via con il primo episodio, L'inizio, ed è proseguita col secondo, Giorni di un futuro passato.
Per concludere la trilogia si è scelto di far entrare in scena un ''cattivo'' molto importante: il temibile Apocalisse che, interpretato dall'attore Oscar Isaac, porterà caos e distruzione sulla Terra grazie agli incredibili poteri accumulati nel corso di molti secoli.
Il mutante, considerato quasi una divinità, si scaglia contro gli esseri umani, considerati deboli, costringendo Charles Xavier e il suo team a entrare in azione per sconfiggere Apocalisse e i suoi quattro Cavalieri (Magneto, Psylocke, Angel e Tempesta).
PERSONAGGI TEENAGER. Singer prosegue con una narrazione che si allontana dalla storia più classica conosciuta dai fan degli X-Men e mostra alcuni dei personaggi più iconici della Marvel com'erano negli Anni 80: ancora dei teenager che stanno cercando di imparare a gestire i poteri.
Il risultato, in cui ovviamente non mancano sequenze incredibilmente spettacolari, appare un po' forzato e non del tutto riuscito, cercando di proporre molti elementi diversi che non riescono mai ad amalgarsi del tutto nonostante la bravura in interpreti di talento come Michael Fassbender, James McAvoy e nuovi volti amati dagli spettatori più giovani come, per esempio, Sophie Turner, famosa grazie al ruolo di Sansa nella serie cult Game of Thrones.
NÉ ENTUSIASMO NÉ DELUSIONE. Singer, tuttavia, sa confezionare senza troppa fatica un pop corn movie scorrevole che non entusiasma, ma al tempo stesso non delude totalmente.
Andiamo alla scoperta di qualche curiosità sul film.

Regia: Bryan Singer; genere: azione (Usa, 2016); attori: Michael Fassbender, James McAvoy, Oscar Isaac, Jennifer Lawrence, Sophie Turner, Hugh Jackman, Ben Hardy, Alexandra Shipp, Lana Condor, Tye Sheridan, Olivia Munn.

1. James McAvoy, che look: una rasatura in diretta

Dopo tre film, James McAvoy ha dovuto rasarsi per interpretare il ruolo di Charles Xavier.
Il momento, molto atteso dai fan, è stato immortalato dalle telecamere, scoprendo così che il regista Bryan Singer ha mostrato tutto in diretta a Patrick Stewart, che ha interpretato Xavier nei precedenti capitoli cinematografici dedicati ai mutanti.
SCHERZI E CONDIVISIONE. I due attori hanno scherzato a lungo durante il taglio dei capelli e James ha rivelato che è stato bello poter condividere quegli attimi con Stewart.

  • Il momento della ''trasformazione'' di McAvoy.

2. Un capitolo diverso: c'è il rapporto tra divinità e umani

Il regista ha rivelato che il nuovo capitolo della saga è molto diverso perché affronta delle tematiche importanti come il rapporto tra divinità ed esseri umani e delle origini dei mutanti.
DISTINZIONE FORTI/DEBOLI. Apocalisse non fa inoltre distinzioni tra individui dotati di poteri e persone normali, solo tra chi è debole e chi invece considera forte.

3. Apocalisse, ruolo ambito: Isaac vince su Hardy ed Elba

Assegnare la parte del villain nel nuovo lungometraggio è stato particolarmente difficile e tra i potenziali interpreti della pellicola c'erano inizialmente anche Tom Hardy e Idris Elba, apprezzati attori in grado di trasformarsi per ogni progetto a cui partecipano.
È L'ATTORE DI STAR WARS. La scelta finale della produzione è poi stata a favore di Oscar Isaac, il Poe Dameron di Star Wars: Il Risveglio della Forza.

4. Lo strano caso di Quicksilver: vivo o morto? Dipende dal film

Sul grande schermo Peter Maximoff/Quicksilver è già apparso altre quattro volte in vari progetti della Marvel e della 20th Century Fox: in precedenza il personaggio era presente nel primo film dedicato a Wolverine, nella scena post titoli di coda di Captain America: Il Soldato d'inverno, in X-Men: Giorni di un futuro passato, e in Avengers: Age of Ultron.
PER LA FOX C'È ANCORA. Nonostante nel film diretto da Joss Whedon Quicksilver abbia perso la vita, nei progetti della Fox è invece ancora vivo, situazione particolarmente curiosa nel mondo del cinema.

5. Una voce divina unica: il cattivo registrato con tre microfoni

Per delineare una voce in grado di poter sembrare realisticamente quella di un individuo dalle caratteristiche simili a una divinità, Singer ha ideato un modo per costruire un audio veramente unico.
L'attore Oscar Isaac ha infatti registrato i suoi dialoghi utilizzando tre microfoni, di tipologia diversa e posizionati in parti differenti del suo volto, che hanno permesso poi di unire i file audio così ottenuti e dare vita a un suono.
DENTRO DI SÉ TANTE ANIME. Il regista ha ideato questo stratagemma perché il personaggio di Apocalisse ha dentro di sé le anime di molte persone e ha vissuto più di ogni altro mutante, caratteristiche che dovevano rispecchiarsi in ogni dettaglio.

6. Singer firma il quarto adattamento comics: è record

Bryan Singer con X-Men: Apocalisse ha raggiunto quota quattro film realizzati ispirati ai fumetti della Marvel.
STACCATI RAIMI E NOLAN. Il regista ha così stabilito un record degli adattamenti dei comics per il grande schermo, superando Sam Raimi e Christopher Nolan che hanno invece firmato solo una trilogia.

7. Quel peperino di Olivia Munn: ha accettato la parte per combattere

L'attrice Olivia Munn avrebbe potuto recitare nel film Deadpool, avendo ricevuto l'offerta del ruolo poi assegnato a Morena Baccarin.
VOLEVA L'AZIONE. La star ha però deciso di rinunciare al progetto perché era un ruolo che non le permetteva di avere molto spazio e, soprattutto, non era coinvolta in modo attivo durante le sequenze d'azione.
Olivia ha così rifiutato la parte della fidanzata di Wade Wilson, preferendo trasformarsi in Psylocke dopo aver ottenuto la rassicurazione da parte dei produttori che avrebbe potuto interpretare delle scene spettacolari e combattere.

8. Apocalisse associato a Krishna: e l'India protesta

Nel film diretto da Bryan Singer, Apocalisse rivela di aver avuto molti nomi nel corso dei secoli, tra cui anche quelli di divinità venerate in tutto il mondo come Ra, Krishna e Yahnweh.
PARAGONE «OFFENSIVO». Il governo indiano ha però espresso una critica piuttosto dura alla produzione dopo aver scoperto che un mutante malvagio utilizava il nome reale di Krishna, divinità indù, associazione considerata offensiva.

9. Il cattivo si sposta da un corpo all'altro: come in The Twelve

Nel film Apocalisse ha la possibilità di spostarsi da un corpo all'altro, situazione che prende spunto dai fumetti che compongono il ciclo intitolato The Twelve, in cui il villain cerca di trasportare la sua coscienza all'interno di un mutante potente.

10. C'è pure la teoria del complotto: petizione online anti-Disney

Secondo una teoria che si è diffusa online ormai da anni, e che di tanto in tanto ritorna alla ribalta, la Disney pagherebbe i critici cinematografici per ottenere delle recensioni positive dei propri progetti e smorzare l'entusiasmo del potenziale pubblico nei confronti dei lungometraggi della concorrenza.
REAZIONI TIEPIDE... Dopo il successo di Captain America: Civil War e le prime, tiepide, reazioni a X-Men: Apocalisse è persino apparsa una petizione in cui si chiede che questa pratica, mai dimostrata, termini una volta per tutte.

Correlati

Potresti esserti perso