Tomba 160527163041
ARCHEOLOGIA 27 Maggio Mag 2016 1550 27 maggio 2016

Grecia, scoperta possibile tomba di Aristotele

L'archeologo Sismanidis: «Ne sono quasi certo». Il sito, tra le rovine dell'antica Stagira, corrisponderebbe alla descrizione del sepolcro fatta da un biografo arabo. Il ministero della Cultura greco: «Attendiamo dettagli».

  • ...

La tomba di Aristotele a Stagira, secondo l'archeologo greco Kostas Sismanidis.

La tomba di Aristotele potrebbe essere stata scoperta in Grecia. Con un sillogismo. Non si tratta di una battuta: l'archeologo indipendente Kostas Sismanidis si è detto «quasi certo» di aver individuato il sito dell'eterno riposo del padre fondatore della logica moderna, pur senza avere «solide prove».
Una tomba, tra le rovine dell'antica Stagira (circa 70 chilometri a Est di Salonicco), corrisponderebbe infatti alla descrizione del sepolcro di Aristotele, fatta nell'XI secolo d.C. da un biografo arabo del filosofo greco. Si troverebbe all'interno di un edificio a forma di ferro di cavallo, coperto da una cupola. Non solo l'architettura, ma anche la posizione della tomba, collocata nei pressi dell'antica piazza di Stagira e dotata di una 'vista panoramica', rafforzerebbero la deduzione.
SISMANIDIS: «HO FORTI INDIZI». Sismanidis si è basato in tutto su tre biografie di Aristotele, incrociandole ad altre testimonianze provenienti da periodi storici differenti. «Ho forti indizi che mi portano a questa conclusione», ha detto Sismanidis, intervistato dalla tivù di Stato greca. La squadra di archeologi che ha lavorato con lui ha concentrato i suoi sforzi per 20 anni nella stessa zona, situata nella regione greca di Macedonia.

  • La scoperta raccontata in un video di GreekReporter.

CAUTELA DAL GOVERNO ELLENICO. L'ipotesi che si tratti effettivamente della tomba di Aristotele è stata accolta con cautela dal ministero della Cultura di Atene. Un un collaboratore di primo piano del ministro, Aristide Baltas, ha detto al quotidiano britannico The Guardian che la comunità accademica è in attesa di ulteriori dettagli: «Quello che sappiamo è che gli scavi sono stati condotti in maniera meticolosa. Attendiamo ulteriori dettagli con trepidazione».
RITROVATE MONETE DEL PERIODO ALESSANDRINO. Secondo la stampa greca, scavando sulla superficie della presunta tomba di Aristotele, gli archeologi guidati da Sismanidis hanno ritrovato quelli che sembrerebbero i resti di un altare. Mentre nelle aree immediatamente vicine hanno recuperato ceramiche e monete risalenti al periodo di Alessandro Magno, che di Aristotele fu il più potente discepolo.

Correlati

Potresti esserti perso