Muro Berlino 160812190929
CULTURA
13 Agosto Ago 2016 1500 13 agosto 2016

Berlino, la mostra per i 55 anni dall'inizio del Muro

Il 13 agosto del 1961 cominciò la costruzione. Per l'anniversario esposte 1.000 foto dei soldati della Ddr. Che riproducono tutta la barriera. Come appariva nel 1966.

  • ...

Il Ferragosto nelle capitali europee non è tra i must del 2016.
La paura degli attacchi negli aeroporti ha spinto la maggior parte degli italiani a restare nello Stivale.
Londra, Parigi, come Roma e le altre metropoli sono presidiate dalle forze dell'ordine.
PREZZI CALATI A LONDRA. Ma c'è anche chi non ha rinunciato a un volo scontato per una delle città straniere.
Nonostante gli attentati, Parigi resta la tra i classici più visitati, con Lisbona e Barcellona.
Anche a Londra, dopo la Brexit, si va volentieri per i prezzi calati per la sterlina al ribasso.
Non c'è occasione migliore per godersi mostre e happening, spesso gratuiti, nelle metropoli svuotate per Ferragosto.

da Inventarisierung der Macht.  

MURO, MOSTRA E ANNIVERSARIO. E nell'estate 2016, per il 55esimo anniversario della costruzione del Muro (iniziata il 13 agosto del 1961) Berlino ha allestito un'esposizione monumentale che non può perdersi chi visita la città.
Inventarisierung der Macht (L'inventario del potere: il Muro di Berlino da un altro punto di vista) è un libro e una mostra di oltre 1.000 fotografie assemblate in 20 anni di ricerche, la ricostruzione inedita dell'intero percorso della barriera come appariva visto da Est.

Le migliaia di scatti segreti dei soldati della Ddr

Gli scatti vengono dagli archivi militari di Potsdam dell'ex Ddr: un tesoro che Arwed Messmer, fotografo della Germania Ovest, e Annett Gröschner, scrittrice dell'Est, scoprirono rovistando in una scatola di cartone nel 1995.
Caduto il regime, era caduto anche il segreto di Stato e i due curatori cercavano storie e immagini da narrare.
La sorpresa furono i negativi di migliaia di foto che i militari dell'Est avevano scattato, nel 1966, per oltre 40 chilometri di confine.
UN TUFFO NEL 1966. Lo scopo della ricognizione perse evidentemente d'importanza e le pellicole caddero nel dimenticatoio. Messmer le elaborò in 340 lunghe panoramiche presentate nel 2011, per il 50ennale del Muro, già nella mostra L'altro punto di vista.

La mostra alla galleria Haus am Kleistpark (Inventarisierung der Macht).

Grandi immagini documentate dal racconto storico, un tuffo nella Berlino del Muro della Guerra fredda, a un passo dalla Porta di Brandeburgo: già allora un'esibizione unica, ma non completa.
Il duo Messmer-Gröschner però non si è fermato e ha fatto di più.
ALTRE 400 PANORAMICHE. Al materiale di cinque prima ha aggiunto altre foto inedite, ritrovate nel 2012, mentre proseguivano nello scavo: la loro documentazione ha coperto tutti gli oltre 150 chilometri del Muro che circondava Berlino Ovest.
Le immagini in mostra alla Galleria comunale Haus am Kleistpark, a Schöneberg, sono 1.059, tra 700 panoramiche e foto singole, oltre 1.300 le pagine del volume: una narrazione storica e artistica.

Ingresso libero al nuovo archivio contemporaneo sul Muro

La sala di lettura centrale della mostra sul Muro (Inventarisierung der Macht).


Agli scatti Gröschner ha corredato didascalie, basate sui report dei soldati degli incontri reali tra persone dell'Est e dell'Ovest, in quegli anni e in quei luoghi.
Inventarisierung der Macht (aperta dal 27 maggio al 21 agosto 2016) è un'epica individuale e collettiva.
C'È UNA GRANDE SALA LETTURA. Diverse foto della nuova esposizione sono state stampate in formato piccolo e appese con gli aghi alle pareti, in una prospettiva quasi intimistica: la carrellata di paesaggi in bianco e nero attraversati dal filo spinato, di torrette di guardia e di grigi posti di blocco si perde in una grande sala di lettura.

Oltre 1000 scatti del Muro di 50 anni fa (Inventarisierung der Macht).  

L'archivio contemporaneo del Muro è pubblico e l'ingresso è gratuito per tutti: i tedeschi in processione osservano il loro passato diviso e si documentano, con parole e immagini.
Le foto collezionate dai militari della Ddr sono state integrate da materiali scritti provenienti dagli archivi federali del Bundesarchiv.
Gli scatti mostrati da Messmer e Gröschner hanno ridisegnato, dal 1995, l'immaginario collettivo del Muro di Berlino.
DOCUMETAZIONE E ARTE. Fino al 2011 era noto all'Occidente per com'era sul versante Ovest, per quanto di scarno restava nel 1989 nell'Est e per i frammenti quasi folcloristici oggi.
La mostra-archivio è molto più di un inventario. La critica l'ha definita «l'atto creativo di trasformare l'interpretazione storica dei fatti in un lavoro artistico».


Twitter @BarbaraCiolli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso