Dai che è verde

Pussy Riot 120808121819
21 Marzo Mar 2017 0800 21 marzo 2017

Occhio italiani, le donne dell'Est sono più temibili delle Pussy Riot

Maschi, sappiamo che volete stare comodi e che le slave riassumono nelle vostre fantasie le figure della escort e della badante. Ma non fatele arrabbiare. Tengono nel cassetto la magica crema delle streghe...

  • ...

Le Pussy Riot ai tempi dell'arresto in Russia.

Al netto degli aspetti più tristi e triti - i sei punti della «prova su strada» delle donne dell'Est, il povero Fabio Testi che racconta la storia dell'amico cui la devota regala per il compleanno una notte al bordello, gli imbarazzanti tweet passivo-aggressivi di Lucio Presta, marito-agente della conduttrice Paola Perego - il caso Parliamone sabato svela crudelmente il crollo del mito, radicato fin dalla Belle Époque, del fascino slavo.

CENT'ANNI FA SI CERCAVA ALTRO. Cliché sessista pure quello della Circe dallo sguardo fatale capace di far dannare un uomo, ma molto meglio del seducente zerbino su cui il maschio italiano contemporaneo sognerebbe di stropicciare i piedi. Cent'anni fa le brave fidanzate dell'Ovest avevano molte delle caratteristiche attribuite dagli esperti di RaiUno alle ragazze Est-europee di oggi (devozione, perfetta casalinghitudine, sopportazione per i tradimenti) e i loro uomini cercavano a Oriente un modello opposto, la maliarda capace di intrigarli e sfidarli.

LORO SDRAMMATIZZEREBBERO. Oggi il pendolo delle frustrazioni ha cambiato verso: i maschi vogliono stare comodi, e nelle loro fantasie la donna slava riassume in una confezione le provvidenziali figure della escort e della badante. Le pragmatiche donne russe, bielorusse, moldave e ucraine di cui pullula il mio quartiere sdrammatizzerebbero con una risata: la parola che cogli più di frequente nei loro discorsi è «rabòt», non «liubov'», amore. Ma scommetto che tengono nel cassetto la magica crema delle streghe che usa l'eroina del Maestro e Margherita di Bulgakov. E quando gli uomini, italiani e non, si comportano male, diventano più temibili delle Pussy Riot.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso