Dai che è verde

Bottura
6 Aprile Apr 2017 0800 06 aprile 2017

Una telefonatina del papa avrà affossato Bottura?

Lo chef italiano scalzato dal primo posto tra i 50 migliori ristoranti del pianeta. Forse perché chiamare «francescana» un'osteria da 300 euro a cranio suona un pelino blasfemo. Sarà intervenuto Bergoglio.

  • ...

L'espressione che potrebbe avere papa Francesco di fronte al conto dopo una cena da Bottura.

Chissà se Massimo Bottura ha appeso alla parete uno specchio magico come quello della matrigna di Biancaneve al quale in questi anni, ogni mattina, chiedeva chi era lo chef più bravo del reame ottenendo sempre una risposta rassicurante. Come nella fiaba, è arrivato il giorno fatale in cui lo specchio ha replicato «il più bravo d’Europa resti più, ma del mondo non lo sei più».

FREGATO DA UN POLLO ARROSTO. La Biancaneve di Bottura è il 40enne Daniel Humm, chef svizzero di scuola francese, da anni attivo a New York dove ha appena conquistato al suo Eleven Madison Park Restaurant la prima posizione nella lista dei 50 migliori ristoranti del pianeta, scalzando l’Osteria Francescana dello chef modenese. Cosa si sarà inventato Humm per surclassare Bottura? In fondo il suo piatto più famoso è il pollo arrosto, che sarà pure farcito con tartufo e foie gras, ma sempre pollo arrosto è. Vuoi mettere con le psichedeliche creazioni botturiane, Beautiful sonic disco of love and hate, Ricordo di un panino alla mortadella, Mi è caduta la crostata al limone?

HUMM, OCCHIO ALLA MELA. A pensarci bene, può darsi che sia stata proprio l’indecifrabilità dei menù, non tanto apprezzata da una clientela anglosassone che crede nel “parla come mangi”, ad abbassare il rating di Bottura. Oppure una telefonatina del papa ai recensori per dire che chiamare «francescano» un ristorante da 300 euro a cranio (ben spesi, per carità) è un pelino blasfemo. Comunque se nei prossimi giorni Humm si vedrà proporre da un misterioso ammiratore italiano una mela, anzi, una Corruzione di un pomo fiabescamente modificato, gli consigliamo di non cascarci.

Lo screenshot della pagina web di The World's 50 Best Restaurants.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso