Jonathan Demme 01
26 Aprile Apr 2017 1733 26 aprile 2017

Cinema, morto il regista Jonathan Demme

Premio Oscar nel 1991 per Il silenzio degli innocenti e autore di Philadelphia, dal 2010 lottava contro un cancro all'esofago. 

  • ...

Il mondo del cinema è in lutto. È morto a 73 anni, stroncato dalle complicazioni di un cancro all'esofago, Jonathan Demme, regista premio Oscar per Il silenzio degli innocenti e autore di altri capolavori come Philadelphia, l'opera che per prima squarciò un velo sulle drammatiche conseguenze legate all'Aids. Demme si era ammalato nel 2010 e solo dopo le cure era tornato nel 2015, sia come giurato alla Mostra del cinema di Venezia sia come regista col film rock Dove eravamo rimasti con Meryl Streep.

Nato il 22 febbraio 1944 da un'attrice e un albergatore, dopo il trasferimento a Miami Demme si era avvicinato al mondo del cinema attraverso la casa di produzione di Roger Corman all'inizio degli Anni 70. Dopo aver lavorato come sceneggiatore e coproduttore a Gli angeli pestano duro e Donne in catene, film d'exploitation, ha debuttato come regista con tre titoli Fighting Mad, Crazy Mama e Femmine in gabbia (sempre perRoger Corman). Dopo un altro paio di titoli non particolarmente di successo arrivano le commedie Qualcosa di travolgente con Melanie Griffith e Jeff Daniels (presentato fuori concorso a Cannes nel 1987) e Una vedova allegra... ma non troppo con Michelle Pfeiffer e Matthew Modine.

Demme aveva uno stile di regia particolare, reso celebre soprattutto dai primi piani molto stretti sui protagonisti. In alcuni casi chiedeva agli attori di guardare direttamente nell’obiettivo della cinepresa, come in una scena molto famosa del Silenzio degli innocenti. Demme pensava che in questo modo lo spettatore potesse immedesimarsi meglio nel protagonista, nelle sue sensazioni ed angosce. La sua popolarità derivava anche dalla grande attenzione prestata alla musica rock, per cui aveva girato documentari e videclip, tra cui Stop making sense dei Talking heads, alcuni video di Bruce Springsteen e un documentario sul musicista napoletano Enzo Avitabile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso