Grande Fratello
26 Giugno Giu 2017 1548 26 giugno 2017

Grande Fratello Vip, tra i reclusi anche Cicciolina?

Il GF edizione celebrity è pronto a ripartire. Il reality show intanto scalda i motori con una polemica fresca fresca. Colpa dell'ex pornostar voluta a tutti i costi dalla conduttrice Ilary Blasi. Ecco i primi volti famosi che varcheranno la porta rossa.

  • ...

Il cast del Grande Fratello Vip fra conferme e smentite si sta definendo piano piano. Secondo le ultime indiscrezioni raccolte dal re del gossip Alfonso Signorini, la Casa più spiata d'Italia sarebbe pronta ad accolgiere l'ex pornostar Cicciolina e suo figlio Ludwig Koons. Oltre a Ilona Staller e relativa prole ci sarebbero anche Carmen Di Pietro, Aida Yespica e le sexy sorelle Buccino pronte a gareggiare in coppia come un singolo concorrente. Tra gli uomini? Si punta molto su Sergio Muñiz.

E poi si inseriscono nella lista l'ex tronista Marco Cartasegna (già tornato single), le pin-up Karina Cascella e Laura Cremaschi (la Bonas di Avanti un altro!). Il tutto senza scordare le presunte partecipazioni di Niccolò Federico Ferrari (noto per il reality Riccanza), Gennaro Lillio (modello ed ex toyboy di Lory Del Santo nonché corteggiatore a Uomini e Donne) e Luca Betti (ex Pechino Express e attuale fidanzato di Laura Torrisi). come concorrente unico.

Niente da fare invece per Niccolò Bettarini, il primo figlio di Simona Ventura e dell'ex marito Stefano. Dopo il no della conduttrice, oggi arriva anche il veto dell'ex difensore della Sampdoria. I due ex stanno facendo fronte comune per scoraggiare il primogenito a entrare nella Casa più spiata d'Italia: «Per Niccolò è ancora troppo presto. Ha 18 anni e mi piacerebbe che ci andasse non da figlio di ma per qualcosa che è riuscito a costruire da solo», ha spiegato Bettarini in un'intervista a Vero.

E sul fronte comune con l'ex moglie, il 'Betta' ha spiegato che «Simona è la madre dei miei figli. Trovo giusto che i rapporti siano civili e ci sia collaborazione per essere dei buoni genitori. Non è semplice, devi imparare sul campo e non sempre riesce bene. Ma siamo uniti. Ci vuole complicità. Altrimenti i figli entrano nelle crepe come coltelli e se ne approfittano. E noi siamo sempre d’accordo su tutte le scelte che riguardano Niccolò e Giacomo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati