Dai che è verde

Jovanotti I Nconcerto
13 Settembre Set 2017 0941 13 settembre 2017

Imparare l'amore da Jovanotti è quasi come seguire lezioni di sesso su Youporn

Una donna si è scherzosamente lamentata perché la figlia non trova il principe azzurro a causa del modello di uomo troppo alto contenuto nelle canzoni di Lorenzo. A questo punto il cantante si faccia clonare, o almeno doni a una banca del seme quel che serve alle sue adoratrici.

  • ...

La musica può favorire il concepimento, come ha dimostrato una ricerca dell’Institut Marquez di Barcellona, famosa clinica per la riproduzione assistita, grazie a una specie di iPod-tampax che diffonde nell’utero e dintorni le vibrazioni delle hit preferite. Non resta che scegliere la playlist: classica o hip-hop? Ligabue o il vecchio De Gregori? La clinica barcellonese non dà indicazioni, ma una controindicazione ci viene dalla signora Anna Zucca, che in un post su Facebook ha additato una popstar italiana come correo della denatalità dilagante.

QUEL PRINCIPE AZZURRO IMPOSSIBILE DA TROVARE. Manuel Agnelli? Bello Figo? Frate Cionfoli? No, il più insospettabile: Jovanotti. Non il Lorenzo prima maniera, il picchiatello col berrettino di «facci-facci fare quello che ci pare-pare», ma quello con la barba bionda, il delicato cantore di Serenata rap, Bella e «ninnaò ninnaé» che i bimbi delle primarie ripetono con il flauto dolce. Gli stessi bambini che ha contribuito a decimare, secondo Anna, che accusa Jovanotti di aver istillato in un’intera generazione di ragazze il sogno di incontrare un uomo come lui, che all’amata fa serenate rap sotto la pioggia e le porta in dono un raggio di sole.

Caro Lorenzo Jovanotti, sappi che ti ritengo in parte responsabile del fatto che io non sia ancora diventata nonna....

Geplaatst door Anna Zucca op woensdag 6 september 2017

Un principe azzurro alto, biondo, marito e padre esemplare e politicamente correttissimo, romantico ma protettivo, giocherellone ma impegnato, avventuroso ma fedele ai rassicuranti valori della famiglia. Convinte che questo essere perfetto esista davvero, le sciagurate snobbano uno dopo l’altro gli imperfetti maschi che la vita mette sulla loro strada, e intanto l’orologio biologico corre, corre. Tra il serio e il faceto, Anna tocca un problema vero, quello dell’eccesso di aspettative, l’arcinemico del rapporto di coppia e della felicità umana in genere.

L'EDUCAZIONE SENTIMENTALE DA CANZONETTE. E da almeno un paio di generazioni l’educazione sentimentale viene impartita dalle canzonette, dove tutto è esagerato, le promesse d’amore, le passioni, l’attaccamento, la tenerezza: è un po’ come imparare a far sesso guardando YouPorn, quando poi lo fai davvero scatta la delusione, ti senti un incapace o ti sembra incapace il partner. Si può dire che Jovanotti è il Rocco Siffredi del sentimento: grande, grosso e resistente come lui non ce l’ha nessuno, e per gli uomini emotivamente normodotati la competizione è impossibile.

https://www.facebook.com/anna.zucca.3/posts/1694981930515082 grande Anna! in questi giorni la tua lettera me l'hanno...

Geplaatst door Lorenzo Jovanotti Cherubini op zaterdag 9 september 2017

Il divo ha risposto su Facebook ad Anna rivendicando la sua buona fede: lui alle ragazze magiche e belle come sua nonna nella foto da giovane ci crede sul serio. Mica lo fa apposta, a essere così. A questo punto per dare una speranza alle nonne mancate come Anna c’è un’unica soluzione: che Jovanotti si faccia clonare, o che almeno doni a una banca del seme quel che serve alle sue adoratrici per mettere in cantiere un Jovanottino. Chissà se l’Institut Marques è interessato all’iniziativa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso