Dai che è verde

Fazio
4 Ottobre Ott 2017 0916 04 ottobre 2017

L'acquario di Fazio e la protesta dei vegani: e se ci fosse di mezzo il feng-shui?

Secondo la filosofia cinese averlo nella propria casa porta tanta ricchezza e prosperità. Una mossa della Rai per rientrare dei pesanti costi del programma.

  • ...

«Quando la luna è nella settima casa e Giove si allinea con Marte, la pace guiderà i pianeti e l’amore muoverà le stelle: è l’alba dell’era dell’Aquario», cantavano gli hippy di Hair annunciando il trionfo dell’armonia e della comprensione. L’era dell’acquario di Che tempo che fa targato Raiuno, ahimè, si apre all’insegna della contestazione: ai vegani di AssoVegan non è piaciuto per niente lo scenografico tavolo acquatico con tanto di pesci esotici guizzanti che troneggia al centro dello studio.

PESCI TRATTATI COME FLAVIA VENTO. In una lettera aperta alla Rai hanno denunciato la bieca mercificazione del corpo di animali marini, e in effetti non è bello vedere dei dignitosi pesci trattati alla stregua di Flavia Vento, la valletta-tavolo del programma Libero di Teo Mammuccari. A dire il vero, non serve essere vegani per non estasiarsi di fronte a una scenografia che, a prescindere dalla suscettibilità animalista, è un filino pacchiana, fa tanto ristorante cinese e istilla nei meno buonisti la speranza di vedere Kevin Kline da Fazio solo per vedergli rifare live la scena più celebre di Un pesce di nome Wanda.

A dire il vero, non serve essere vegani per non estasiarsi di fronte a una scenografia che, a prescindere dalla suscettibilità animalista, è un filino pacchiana, fa tanto ristorante cinese

Come idea, l’acquario non è nemmeno così originale, visto che i pesci vivi in studio li portò già nel 1978 Maurizio Costanzo nel talk show erede di Bontà loro, e non possiamo tacere di Dorothy, il pesciolino rosso del Mondo di Elmo, un leggendario programma per bambini. Ma ai tempi di Costanzo c’erano le Brigate rosse e non quelle vegane, e quanto al Mondo di Elmo, non fu chiuso per sfruttamento ittico, bensì per le accuse di pedofilia cadute sull’attore che da trent’anni dava voce al pupazzo. AssoVegan, però, non si limita alle accuse di riduzione in schiavitù di Nemo, Dory e Co., e insinua addirittura che si voglia fare pubblicità occulta ai produttori di acquari, ennesimo product-placement che andrebbe ad arricchire il già cospicuo gruzzolo di Fazio, tra promozioni e pubblicità.

CHE FAZIO SIA SEGUACE DEL FENG-SHUI? E forse i soldi c’entrano davvero, ma in un altro senso. Come ben sanno gli esperti di feng-shui, l’acquario in soggiorno, possibilmente collocato a Sud-Est, attira irresistibilmente denaro e prosperità. Capito? Propiziare i guadagni, ecco il vero motivo della presenza dell’installazione piscicola: con quel che le è costata la Fazio Inc., in denaro e polemiche, la Rai vuole essere sicura che l’investimento renda. Più grosso è l’acquario, minore è il rischio di un imbarazzante tracollo. Attenzione: secondo il feng-shui, il numero dei pesci dev’essere un multiplo di tre, e dev’essercene uno nero. Per curiosità, al prossimo Che tempo che fa provate a a contare i pesci dell’acquario. Si corrono meno rischi di addormentarsi che guardando il programma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso