Trio Sanremo

Sanremo 2018

Sanremo 2018 Terza Serata
9 Febbraio Feb 2018 0812 09 febbraio 2018

Sanremo 2018, il meglio e il peggio della terza serata

Le imitazioni di Virginia Raffaele e Claudio Baglioni, i tributi alla musica italiana di Gino Paoli e James Taylor, lo show di Favino in versione Steve Jobs. Ma a catalizzare l'attenzione è stato soprattutto l'incidente hot di Noemi. Ecco tutto quello che vi siete persi della puntata numero tre del Festival

  • ...

Sembrava ieri quando il Festival iniziava con tutte le aspettative e la curiosità del caso. Ma da quel 6 febbraio sono già trascorse tre serate e l'edizione 2018 del Sanremo volge scoppiettante al termine. E solo più due sono infatti le serate rimanenti, la terza nottata della kermesse ha ragalato al pubblico italiano, circa 9 milioni 687 mila pari al 47.7% di share, uno show spumeggiante con - era inevitabile - qualche momento piatto. Regina della serata - e per una volta non parliamo di Michelle Hunziker - senza dubbio Virginia Raffaele, brava nel trascinare Claudio Baglioni in improbabili imitazioni. Poi ci sono stati i super ospiti, Gino Paoli e James Taylor su tutti, e le scenette di Pierfrancesco Favino. Ecco il meglio e il peggio della terza serata del Festival.

  • La terza serata del Festival ha sicuramente decretato la cantante più sexy di questa 68esima edizione. Si tratta di Noemi, protagonista sul palco dell'Ariston a causa di un piccolo incidente sexy. Colpa del look decisamente audace che l'ha parzialmente tradita durante un inchino. A salvarla è stata la regia Rai che prontamente ha spostato le telecamere.
  • Pierfrancesco Favino come Steve Jobs. L'attore ha tenuto un discorso di presentazione in inglese per lanciare BaglionOne, il robot con le sembianze di Claudio Baglioni. L'umanoide sarebbe in grado di cantare e parlare.
  • L'arrivo sul palco dell'Ariston di Virginia Raffaele è stato un piacevole diversivo. Soprattutto quando Claudio Baglioni, per convincerla a duettare insieme a lui, si è improvvisato imitatore facendo il verso a Belen Rodriguez.
  • E a proposito di Virginia Raffaele. L'artista ha stupito tutti con la sua imitazione di Michelle Hunziker. «Tutti ti stanno omaggiando Claudio: la Rai ti ha dato il Festival, Mediaset la badante svizzera, è bravissima», dette queste paole si è lanciata in una parodia della conduttrice della Kermesse.
  • Domenico Mignano, Marco Cusano, Antonio Montella, Massimo Napolitano e Roberto Fabbricatore. Sono i nomi dei cinque metalmeccanici della Fiat reintegrati dopo il licenziamento, dichiarato illegittimo, ma mai tornati in fabbrica nonostante venga pagato loro regolare stipendio. Lo hanno voluto ricordare i componenti de Lo Stato Sociale, saliti sul palco dell'Ariston con i loro nomi scritti sugli abiti di scena.
  • 'La canzone dell'amore perduto' in omaggio a Fabrizio De Andrè e 'Il nostro concerto' di Umberto Bindi sono stati i grandi tributi alla canzone d'autore fatti sul palco di Sanremo dall'inedito trio Claudio Baglioni, Gino Paoli e Danilo Rea.
  • Scelta azzardata per James Taylor che ha scelto il Rigoletto e il brano La donna è mobile, voce e chitarra, per la sua esibizione sul palco dell'Ariston. Un omaggio alla musica italiana decisamente riuscito.

«Michelle, non ha detto che è un momento meraviglioso». Si è accomiatata così Claudia Pandolfi. Arrivata a Sanremo per promuovere insieme a Claudio Santamaria per lanciare la seconda serie di È arrivata la felicità, l'attrice ha lanciato una frecciatina ironica a Hunziker. La presa in giro, come si vede nel filmato, è stata subito percepita da Favino che sorride imbarazzato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso