Harry Potter Copertina
11 Maggio Mag 2018 1448 11 maggio 2018

Harry Potter: The Exhibition a Milano. Le cose da sapere

Tra creature fantastiche e oggetti dal set al via la mostra sul maghetto che ha segnato una generazione. L'installazione itinerante, creata nel 2009, debutta a Milano il 12 maggio per restarvi fino al 9 settembre. Già 130 mila i biglietti acquistati in prevendita da tutta Italia.

  • ...

Sono passati 20 anni dalla prima edizione di Harry Potter e la Pietra Filosofale. Il primo volume della saga scritta da J. K. Rowling che narra le avventure del giovane maghetto e dei suoi amici fidati è stato più che un successo mondiale, è diventando un vero e proprio fenomeno della cultura contemporanea. Con 450 milioni di copie vendute, nella storia dell’editoria Harry Potter è secondo soltanto al Maigret di Simenon.

UN BUSINESS MAGICO. Per non parlare del business cinematografico e teatrale, dei videogiochi e parchi tematici, il merchandising e, naturalmente, tutte le mostre dedicate, di cui l’ultima inaugura a Milano alla Fabbrica del Vapore il 12 maggio come unica tappa italiana del tour europeo. I biglietti partono da 16,90 euro e sono acquistabili solo su prenotazione online. In 130 mila li hanno già comprati e alcune date sono già sold out..

TRA FINZIONE E SCENOGRAFIE. Harry Potter: The Exhibition si preannuncia l’evento dell’anno per le migliaia di fan che avranno la possibilità di vivere un’esperienza unica all’interno degli spazi della Fabbrica del Vapore di Milano: 1.400 metri quadri allestiti con costumi, oggetti di scena e scenografie originali provenienti dal set dei film. Il percorso inizia con lo smistamento, dove il Cappello Parlante assegna i visitatori a una delle quattro case di Hogwarts. Passato l'Hogwarts Express, si entra nella magica scuola, accolti dai suoi ritratti parlanti.

La sala comune dei Grifondoro è la prima vera tappa nell'arsenale immaginario di oggetti provenienti dalle pellicole: le uniformi di Hermione e Ginny, i vestiti di Neville e Luna e l'angolino di Harry e Ron, con i loro letti, abiti e bauli ricchi di manufatti, tutto quanto racconta una storia, come la bacchetta di Ron aggiustata con il nastro adesivo, o la Mappa del Malandrino.

UNA MOSTRA INTERATTIVA. Nella sezione dedicata al Quidditch le cose cominciano a farsi interattive: dopo aver ammirato divise, coppe, scope Nimbus e le prime pagine dei gazzettini sportivi, si può provare a lanciare la pluffa. L'interazione è anche nella capanna di Hagrid, uno dei set ricostruiti con maggior completezza, tra i giganteschi abiti e l'ombrello-bacchetta del guardiacaccia di Hogwarts, e la poltrona dove si è invitati a sedersi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso