GF 2018
11 Maggio Mag 2018 1219 11 maggio 2018

#NoAlBullismo, gli sponsor lasciano il Grande Fratello

Quando è troppo è troppo. Bellaoggi Italia, Fratelli Beretta e Aran Cucine si dissociano dai messaggi che sta mandando il programma. E minacciano di ritirare le sponsorizzazioni.

  • ...

Terremoto sul Grande Fratello di Barbara D'Urso. In queste ore sta succedendo il finimondo dentro e, soprattutto, fuori dalla casa di Cinecittà. L'atteggiamento dei concorrenti, provocati senza dubbio da produzione e regia del reality giunto alla 15esima stagione, sta inducendo gli sponsor a lasciare la Casa. Non era mai accaduto, tuttavia in seguito all’eliminazione di Aida e dopo i mancati provvedimenti contro Luigi Favoloso, Lucia e Danilo, almeno tre grandi aziende attraverso un comunicato stampa si sono dette pronte a rescindere il contratto con il GF.

CHI È AIDA. Secondo quanto scrive il settimanale Oggi che le ha dedicato un ritratto, «Aida Nizar Delgado, spagnola, classe (pare) 1975, è diventata famosa al Grande Fratello 15. Per entrare nella Casa, Aida ha firmato un contratto da 60 mila euro. Una volta dentro, ha incendiato gli animi dei suoi coinquilini attorno a temi caldissimi: bullismo, aggressività del branco, violenza sulle donne».

PESANTI INSULTI. E questi, come scrive il Foglio, non le hanno risparmiato nulla. «“Affogatela”. “Puttana”. “Ti faccio nera”. “Deve essere bruciata”. “Rinchiudetela”. “Mettetele una scopa in culo così pulisce casa”. Culo moscio. A un certo punto Luigi Favoloso, un maestro di finezza, le dice che sembra una di sessant’anni, che ha il “culo di merda”. Barbara D’Urso e i suoi autori sono stati molto furbi e hanno buttato tanta benzina nella casa». Ma gli sponsor, e prima ancora che le polemiche dei telespettatori, hanno deciso di dire basta.

SPONSOR CHE LASCIANO. Bellaoggi Italia, Fratelli Beretta e Aran Cucine si dissociano dai messaggi violenti che sta mandando il programma. L’azienda di cosmetici è stata la più dura e in un comunicato stampa ufficiale ha annunciato che avrebbe interrotto la sponsorizzazione. Sulla sua pagina Facebook si legge: «Bellaoggi comunica con effetto immediato la decisione di interrompere ogni attività di sponsorizzazione di questa edizione del Grande Fratello. […] E ogni riferimento su questa edizione del programma verrà rimosso dalle proprie pagine presenti sui social e dal sito». Gli oltre mille commenti a questo post sono entusiasti.

Più tiepidi, anche se di forte condanna i comunicati stampa di AranCucine e di Beretta. Una linea che condanna platealmente violenze, discriminazione e bullismo nella casa di Cinecittà spingendo per una presa di posizione dei registi prima di arrivare a conseguenze pratiche. AranCucine, ad esempio, scrive che «condanna fermamente ogni forma di violenza e ogni atto di bullismo senza SE e senza MA. #Noalbullismo».

#NOALBULLISMO. E aggiunge: «Rimanere immobili e silenti di fronte tali gesti alimenterebbe l’indifferenza nella quale si perpetrano determinati comportamenti insani, cosa completamente estranea ai brand values di AranCucine. In quest’ottica abbiamo segnalato alla produzione del programma la necessità di richiamare i concorrenti ad un comportamento consono ai più basilari canoni di educazione e rispetto nei confronti di tutti senza alcuna esclusione. Fortunatamente la produzione si è mossa con un ultimatum che ci auspichiamo sia decisivo nei confronti di questi atti». La linea del Salumificio Fratelli Beretta è volendo ancora più morbida. Ma comunque va nella stessa direzione e in un tweet risponde così a un utente:

UPDATE. Nel pomeriggio dell'11 maggio anche Acqua Santa Croce comunica «la fine di qualsiasi rapporto di sponsorizzazione con il programma. Il nostro prodotto non può essere associato ad episodi di simile gravità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso