Cgia Mestre Cantiere 110903201117
SVILUPPO
25 Giugno Giu 2012 0639 25 giugno 2012

Piano-città da due miliardi

Progetti urbanistici del governo.

  • ...

Operai al lavoro in un cantiere.

Due miliardi di euro e 100 mila nuovi posti di lavoro. A tanto ammonta il «piano città» del governo nell'ambito dei progetti urbanistici previsti dal decreto Sviluppo.
L'obiettivo è quello di ripartire dai capoluoghi, con nuovi quartieri e infrastrutture, per rilanciare l'economia e l'occupazione del Paese.
Si parte dai lavori per mettere a nuovo centri storici abbandonati e aree industriali dismesse, per poi costruire parcheggi e ridare vita a vecchi ospedali.
RILANCIARE L'EDILIZIA. Inoltre il governo vuole rilanciare in fretta l'edilizia, uno dei settori che sta soffrendo di più la crisi.
Il decreto Sviluppo, in Gazzetta Ufficiale il 25 giugno, mette a disposizione del «piano città» due miliardi di euro.
«Non sfiliamo niente dalle tasche dei cittadini», ha assicurato il viceministro delle Infrastrutture e Trasporti, Mario Ciaccia. «Semmai ci rimettiamo dentro qualcosa. A regime l'operazione può creare 100 mila nuovi posti di lavoro».
La parte più corposa de finanziamenti statali arriva dalla Cassa depositi e prestiti (un miliardo e 600 milioni) mentre dal ministero delle Infrastrutture sono previsti 224 milioni.
NUOVI ALLOGGI, PARGHEGGI E SCUOLE. Tra le misure principali ci sono, per esempio, un mega-parcheggio e una piazza-giardino a Firenze per far decollare il Teatro del Maggio.
A Bologna il progetto riguarda la riqualificazione del degradato Mercato Navile, attraverso la costruzione di 300 alloggi sociali, una scuola e un centro culturale di quartiere.
RIQUALIFICAZIONE DELLE STRADE. A Bari si punta invece a una riqualificazione paesaggistica e ambientale, valorizzando il mare con un interventi nel quartiere San Girolamo-Fesca come ristorazione, un bacino nautico, un acquario e un Urban center per attività socio-culturali.
Co-finanziamenti per 55 milioni sono previsti a Napoli su tre aree della zona orientale: porto, Centro direzionale e Vigliena.
Si va dalla riqualificazione delle strade all'abbattimento di barriere architettoniche fino a una nuova stazione della metropolitana.
TRASPORTI. A Roma si vuole valorizzare Pietralata con 33 milioni per nuove infrastrutture, alloggi, parcheggi, scuole e uffici pubblici.
Infine a Genova l'obiettivo è di investire sui trasporti (metropolitana, una nuova tramvia, banchine) per alleggerire la pressione del traffico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso