Economia
7 Dicembre Dic 2012 1618 07 dicembre 2012

Fiat taglia 1.500 operai in Polonia

  • ...

Nonostante lo scontro con un socio di peso come Volkswagen, Sergio Marchionne, numero uno di Fiat e Chrysler è stato rieletto alla guida di Acea, associazione europea dei costruttori d'auto. Il mandato, annuale, durerà per tutto il 2013. In un comunicato si ricorda che una delle massime priorità dell'Acea per l'anno prossimo sarà quella di continuare a «spingere per una politica industriale Ue costruttiva e di sostegno». In questo contesto, l'Associazione seguirà da vicino il processo avviato con Cars2020, per assicurare che le iniziative annunciate dalla Commissione europea in questo piano d'azione siano completate. E FIAT LICENZIA 1.500 PERSONE IN POLONIA. La controllata polacca della Fiat ha annunciato il taglio di 1.500 posti, pari a circa un terzo della forza lavoro della società nel Paese dell'Est. L'azienda effettuerà una riduzione del personale dello stabilimento di Tychy (sud Polonia), a causa della profonda crisi del mercato automobilistico europeo. In Polonia il Lingotto produce la Fiat 500, la Lancia Ypsilon e la Ford Ka. La situazione «molto negativa» in cui versa il mercato automobilistico provoca «un esubero di 1.500 dipendenti - si legge nel comunicato ufficiale - e obbliga la società a far partire immediatamente la procedura di licenziamenti collettivi prevista dalla legge». PRODUZIONE DIMEZZATA IN 5 ANNI. La produzione della divisione polacca non raggiungerà le 350.000 unità quest'anno e scenderà al di sotto di quota 300.000 nel 2013 rispetto alle 600.000 prodotte nel 2009. Lo stabilimento polacco produce ancora, oltre alla 500, anche la versione tradizionale della Panda che cesserà con la fine del 2012. Dal prossimo anno tutta la produzione di Fiat Panda sarà quindi concentrata nello stabilimento campano di Pomigliano che dovrebbe aumentare il livello di utilizzo degli impianti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso