Economia 2 Luglio Lug 2014 1534 02 luglio 2014

Pubblicità, atteso un pareggio per il 2014

  • ...

Lorenzo Sassoli De Bianchi Le stime per il mercato pubblicitario sono di pareggio. Nessuna crescita ma neanche perdite. Lo ha detto Lorenzo Sassoli de Bianchi, numero uno dell'Upa, l'associazione Utenti pubblicità associati, che ha rese note le stime per l'anno: «Prevediamo una chiusura dell'anno in pareggio, vale a dire a zero. Dopo sei anni di catastrofi combinate e segni meno possiamo dire che l'emorragia si è arrestata, è un primo segno contrastante, confortato però dalla fiducia dei consumatori che è ai massimi dal 2010, ultimo anno che registrava la pubblicità in crescita». PRIMO SEMESTRE IN NEGATIVO: -2%. Sassoli ha poi sottolineato che il primo semestre dell'anno, secondo le stime, dovrebbe registrare un -2% degli investimenti pubblicitari: «Mese dopo mese», ha detto «i dati stanno migliorando, i nostri associati ci dicono che potremmo arrivare a fine anno con il segno zero». APPELLO PER INCENTIVI PER IL WEB. Il presidente dell'Upa ha poi ribadito la richiesta dell'associazione di interventi da parte del governo per aiutare la ripresa dei consumi: «Insistiamo sul tax credit, sulla defiscalizzazione degli investimenti su piattaforme e-commerce e sulla banda larga dove ci registriamo all'89mo posto al mondo per velocità».

Correlati

Potresti esserti perso