AMBIENTE 8 Luglio Lug 2014 0800 08 luglio 2014

Greenpeace contro l'accordo Lego e Shell

La multinazionale è impegnata con altre compagnie petrolifere nella trivellazione dell'Artico.

  • ...

Il video di Greenpeace contro l'accordo tra Lego e Shell (impegnata con altre compagnie petrolifere nella trivellazione dell'Artico).

Ai i suoi soci Greenpeace ha inviato una mail per segnalare che dal primo luglio in tutto il mondo sono in corso proteste contro l'accordo tra Lego e Shell.
Il motivo è che la multinazionale operante nel settore petrolifero sta trivellando l'Artico.
«Mentre le sue piattaforme invadono l'Artico», ha spiegato Greenpeace, «Shell usa Lego per ripulire la sua immagine. Mettendo il suo logo su milioni di mattoncini Lego. Shell vuole guadagnare il pubblico consenso e nascondere il rischio di un disastro petrolifero in uno degli ecosistemi più delicati e importanti del Pianeta».
UN PATTO CHE VA AVANTI DA TEMPO. Già negli Anni 80 e 90, Lego e Shell avevano un accordo. Distributori di benzina e mezzi di vario genere della Lego avevano in bella mostra il celebre marchio con la conciglia (foto).
CAMPAGNA IN RETE. «Se convinciamo Lego a chiudere con Shell», ha concluso Greenpeace, «il diabolico piano della compagnia petrolifera subirà un brutto colpo e guadagnare il consenso pubblico non sarà più così facile: sarà chiaro a tutti come voglia spacciarsi per pulita, mentre in realtà sta sporcando uno degli ecosistemi più delicati al Mondo».
Per questo ha chiesto una firma che può essere fatta direttamente sul sito sito.

Correlati

Potresti esserti perso