Economia 12 Luglio Lug 2014 1030 12 luglio 2014

Tecnologia, ecco le professioni più pagate

  • ...

A marzo 2014 un italiano, Luca Maestri, è diventato direttore finanziario della Apple. Prima di approdare a Cupertino, il manager era vicepresidente Xerox e nel 2013 si è portato a casa uno stipendio da 199mila dollari più un bonus da 600mila biglietti verdi (fonte Forbes). Da poco un altro italiano, Francesco Carucci, è diventato famoso per essere colui che ha firmato la nuova soluzione della Mela che spinge il processore A7 per ottenere una qualità, dicono, equiparabile a quella delle console di gioco. Il suo stipendio? Dai 140 ai 160mila dollari l’anno. Come loro ce ne sono moltissimi che hanno preferito espatriare, consci di avere grandi competenze tecniche, per gudagnare un po’ – a volte molti – soldi in più. Il problema è sempre lo stesso: le nostre università formano ogni anno diversi geni dell’informatica (e non solo) e poi le aziende italiane se li lasciano soffiare senza nemmeno accorgersene. Vediamo prima di tutto quali sono le figure “digital” più ricercate, quanto si guadagna in Italia e quanto si porta a casa facendo un viaggetto oltre confine. A volte il paragone può essere impietoso. IN GERMANIA SI GUADAGNA PIU’ CHE NEL RESTO DEL MONDO. Quanto guadagna in Italia un web graphic designer, una di quelle figure che disegnano le app per renderle più belle piacevoli da utilizzare? Secondo la società di recruiting Page Personnel, uno di quelli junior, con massimo due anni di esperienza, dai 18 ai 24mila euro lordi l’anno. Molto più che in Brasile (11-17 mila), poco di più che in Spagna (18-21mila) e molto meno che in Inghilterra (28-20mila), Australia (35-48mila). In Germania un web designer guadagna persino il doppio di un collega italiano: tra i 40 e i 50mila euro lordi l’anno. La crescita segue lo stesso trend anche per figure con maggiore anzianità. In Germania, a parità di esperienza, si guadagna il doppio che in Italia. Per il web developer, forse è ancora peggio. Se un giovane web developer in Italia guadagna, sempre secondo Page Personel, tra i 21 e i 25mila euro lordi all’anno, in Brasile la cifra è circa alla metà (12-18mila euro) , in Francia leggermente più alta 28-30mila e in Canada, Inghilterra, Australia e Germania decisamente più elevata. Per le figure con maggiore seniority (4-6 anni), il divario tra Italia e Germania in termini di stipendio è 1 a 3 (fino a 90mila euro l’anno contro i 30-35 del Belpaese). Anche per gli esperti di e-commerce che lavorano in Italia la vita non è certo facile. Un giovane con massimo due anni di esperienza non supera i 25mila euro l’anno con un collega brasiliano che arriva a guadagnare al massimo 17mila euro e quelli francesi, canadesi australiani e inglesi che arrivano a guadagnare anche 50mila euro l’anno. Anche in questo caso la Germania batte tutti con picchi da 60 mila euro l’anno. Stesso andamento per il community manager con poca esperienza che da noi non supera i 24mila euro l’anno mentre in Australia, Inghilterra e Germania può arrivare a toccare picchi da 50 mila euro. Anche in questo caso, l’aumento dell’esperienza fa crescere il divario con la Germania, dove un community manager esperto può toccare quota 90mila euro. LE TRE FIGURE PIU' RICERCATE DALLE AZIENDE. Sempre secondo Page Personnel, la figura più richiesta della new economy attualmente è il mobile developer, chi, in parole povere, è in grado di progettare le tanto amate app che vediamo un po’ ovunque tra telefonini, computer e tablet. In seconda posizione troviamo lo user interface designer, quella figura cioè che crea l’aspetto grafico di applicazioni e sistemi operativi. L’interfaccia grafica per interderci. Medaglia di bronzo per il mobile adv specialist, l’esperto di pubblicità sul web e nelle app che ha la capacità di vendere al meglio gli spazi pubblicitari previsti. Va molto forte anche l’Inventory manager, l’esperto in grado di calcolare gli spazi pubblicitari invenduti e di come portare un progetto a break even, il punto, detto in parole dovere, dove un’azienda inizia a guadagnare. L’ultima figura tra le più richieste in campo digital è l’rtb specialist, quel professionista, cioè, che in tempo reale (real time bidding, offerta in tempo reale) capisce quale pubblicità proporre in base al tipo di utente che sta navigando. Quello che, ad esempio fa apparire una pubblicità di un prodotto di tecnologia a un uomo e una di scarpe a una donna. CINA, BRASILE, REGNO UNITO E GERMANIA LE METE MIGLIORI. Dopo aver analizzato quali sono le professioni “digital” più richieste, passiamo a capire in quali Paesi lo sono di più. In Inghilterra, ad esempio c’è una forte richiesta di esperti nel supporto tecnico e nell’e-commerce. In Germania stanno letteralmente prendendo il volo le richieste di ingegneri che sappiano mettere le mani su software open source, quelli cioè aperti a chiunque voglia cimentarsi con la programmazione. Un esempio è il sistema operativo per telefonini Android. In Francia c’è molto bisogno di web developer così come in Canada. C’è invece molta richiesta per gli Infrastructure developer in Cina e Brasile, chi cioè si occupa di costruire le infrastrutture per le telecomunicazioni. Non è certo un caso, vista la quantità di nuove realtà digitali che si stanno affermando in questi Paesi.

Correlati

Potresti esserti perso