Economia 16 Luglio Lug 2014 1256 16 luglio 2014

Confcommercio: Pos in Italia è sbagliato

  • ...

I pagamenti tramite Pos in Francia sono più del doppio di quelli dell'Italia (398 miliardi di euro contro 160 miliardi) eppure i terminali istallati Oltralpe non sono molti di più (1.834.000 contro 1.501.600). È quanto afferma Confcommercio che invita a ripensare il tema della diffusione della moneta elettronica. ''Non può - osserva l'associazione - essere circoscritto ai pagamenti tramite carte di plastica introducendo nuovi oneri a carico di soggetti dotati di minore potere contrattuale'' con le banche. Il confronto con la Germania è ancora più indicativo, alla luce degli ultimi dati ufficiali (Banca dei regolamenti internazionali, dicembre 2012). Nel paese ci sono infatti meno Pos che in Italia (720 mila), ma vengono usati per più transazioni (174 miliardi di euro). La Germania, inoltre, supera di circa sette volte il Belpaese per valore dei bonifici (56.600 miliardi di euro contro 7.800 miliardi) e di oltre due volte la Francia (24.100 miliardi). L'Italia registra infine «una significativa minore diffusione» anche degli addebiti diretti (ex Rid). Confcommercio si augura che il nuovo tavolo di lavoro aperto dal Ministero dello Sviluppo Economico per una più ampia diffusione dei pagamenti elettronici «porti alla definizione con assoluta chiarezza dei criteri idonei a garantire una riduzione dell'uso del contante e una crescita del grado di sicurezza che escludano un aggravio di costi per le imprese».

Correlati

Potresti esserti perso