Giuliano Poletti 140617130017
AZIENDE 16 Luglio Lug 2014 1801 16 luglio 2014

Ideal Standard conferma: «Orcenigo chiude»

Poletti: «Scelta inaccettabile». In 400 a rischio. Tavolo il 22 luglio.

  • ...

Ministro del Lavoro Giuliano Poletti.

Resta in forte rischio il destino dei 399 lavoratori della sede di Orcenigo di Ideal Standard. Martedì 22 luglio è in agenda un incontro decisivo nella sede del ministero del Lavoro coi rappresentanti dell'azienda, i vertici della Regione Friuli Venezia Giulia di Confindustria nazionale e di Sassuolo, delle le organizzazioni sindacali e delle Rsu.
La società però non indietreggia di un millimetro sulla chiusura dello stabilimento anche se in una nota diffusa mercoledì 16 luglio «ribadisce la propria volontà di individuare una soluzione per mitigare l'impatto» di questa scelta «annunciata alle parti sociali 12 mesi fa».
Qualora non si trovasse una soluzione in grado di salvaguardare i posti di lavoro, i sindacati hanno annunciato l'occupazione dello stabilimento, in risposta alle possibili lettere di licenziamento.
POLETTI: «DA AZIENDA SCELTA INACCETTABILE». Per tenere aperta la Ideal Standard di Orcenigo «abbiamo bisogno di un minimo di disponibilità della proprietà, siamo di fronte a una chiusura assolutamente inspiegabile e inaccettabile che non consente neppure un buon uso degli ammortizzatori», ha dichiarato il ministro del lavoro Giuliano Poletti alla Camera esprimendo una «condanna piena» nei confronti della scelta.
«Anche nell'ultimo incontro al ministero dello Sviluppo, la proprietà ha ribadito la propria indisponibilità a chiedere la cassa integrazione e ha impedito la possibilità della costituzione di una cooperativa tra i lavoratori negando la possibilità di mantenere un minimo di attività produttiva», ha affermato Poletti. «Sappiamo che ieri (martedì 15 luglio, ndr) c'è stata una riunione ulteriore, noi lavoreremo ancora perché vorremmo riaprie il tavolo e tentare di mantenere attiva quell'impresa», ha concluso il ministro.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso