Economia 17 Luglio Lug 2014 1059 17 luglio 2014

Volkswagen mette nel mirino Fiat

  • ...

Nell'operazione di acquisto di Fiat, il vero obiettivo di Volkswagen è Crysler e il mercato americano. Volkswagen è interessata a rilevare Fiat, ma l'accordo sull'eventuale prezzo è ancora lontano. E' quanto scrive la rivista tedesca Manager Magazin sul proprio sito web citando fonti societarie anonime. Il mensile aggiunge che i proprietari di Fiat vogliono concentrarsi sul marchio di lusso Ferrari e abbandonare la tradizionale attività nel settore auto. La rivista sottolinea che la casa tedesca sarebbe interessata a un'integrazione con Chrysler perché in questo modo potrebbe risolvere i propri problemi sul mercato Usa. No comment da parte di Fiat e Volkswagen.  Sulla scia delle indiscrezioni stampa il titolo Fiat ha accelerato in borsa nella sduta del 17 luglio e intorno alle 10,10 guadagna il 4%. Volkswagen cede l'1,3%. LA FIAT 500 E' LA PIU' VENDUTA IN EUROPA, BOOM IN SPAGNA: +52%. A confortare i tedeschi sono i numeri del gruppo italo americano che vede Fiat 500 ancora una volta l'auto più venduta del segmento A nel mercato europeo (oltre 19 mila immatricolazioni, il 22,2% in più rispetto a un anno fa) seguita dalla Panda. La 500L è prima nel suo segmento con una quota del 23,3%, in crescita da ventiquattro mesi consecutivi. Nuovo exploit per Jeep che continua a crescere sensibilmente in tutti i principali mercati europei e aumenta le immatricolazioni del 62%. Il marchio Fiat a giugno ha immatricolato oltre 57.500 vetture (+5,5%). La quota è del 4,7% a fronte del 4,6% di un anno fa. Il brand è cresciuto in quasi tutti i più importanti mercati europei: +4,7% in Italia, +8% in Germania, +13,2% nel Regno Unito e +52,9% in Spagna. Nei 6 mesi Fiat ha immatricolato circa 325 mila auto (+1,9%), con una quota del 4,7% (nel 2013 era 4,9%). Da inizio anno le immatricolazioni sono cresciute nel Regno Unito del 18,3% e in Spagna del 46,2%. «Decisamente positivi", spiega la casa torinese, i risultati a giugno dalla famiglia 500, con il 62,4% delle vendite al di fuori dell'Italia. IN CRESCITA LE IMMATRICOLAZIONI PER LA 500L. La 500L si conferma l'auto più venduta del segmento, con 10 mila immatricolazioni (praticamente il 60% in più rispetto a un anno fa) e una quota del 23,3% (15,7% a giugno 2013). In Italia ha raggiunto una quota del 53,4% (+20,8%), in Spagna del 41,3% (+14,5%). È da 24 mesi consecutivi che continua a crescere: nel primo semestre in Europa le immatricolazioni sono cresciute del 54% sullo stesso periodo 2013. La 500, a 7 anni dalla commercializzazione,continua a essere al primo posto nelle classifiche di vendita del segmento A. In giugno ne sono state immatricolate oltre 19 mila (+22,2%) per una quota del 18,5%, 4,4 punti percentuali in più del 2013. PANDA SI PIAZZA AL SECONDO POSTO DELLA CLASSIFICA. La Panda è la seconda più venduta del segmento A, con quasi 13.500 immatricolazioni e una quota del 12,9% (+0,35%). Insieme, Panda e 500 a giugno hanno una quota del 31,4% del segmento (+4,7%). Lancia/Chrysler ha immatricolato oltre 6.800 vetture a giugno (+5,4%), e ha ottenuto una quota dello 0,6%, la stessa di un anno fa. In Germania ha aumentato le vendite del 54% (-1,9%il mercato), in Francia del 75,3% (+2,5% il mercato) e in Spagna dell'80,2%. Nel primo semestre sono state quasi 41 mila le Lancia/Chrysler immatricolate (-0,7%, quota stabile allo 0,6%). Continua ad andare bene la Ypsilon che ha aumentato le vendite rispetto al 2013 del 14,1% a giugno e del 13,3% da inizio anno. IN CALO LE VENDITE DI ALFA ROMEO. Le immatricolazioni di Alfa Romeo sono state a giugno quasi 5.800 (-2,3%) per una quota stabile allo 0,5%. Nei primi sei mesi del 2014 le Alfa Romeo registrate sono state quasi 33 mila (-9,3%). La quota è stata dello 0,5%, -0,1 punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2013. Il Lingotto segnala che il risultato ottenuto dal marchio nel mese è positivo in numerosi dei principali mercati: +6,5% in Germania, +14,8% in Francia, +28,1% nel Regno Unito,+76% in Spagna. Nei primi sei mesi del 2014 le Alfa Romeo registrate sono state quasi 33 mila (-9,3%). La quota è stata dello 0,5% (-0,1%). Tra i modelli continua il trend positivo di MiTo che registra in Italia il decimo mese consecutivo di crescita (+17% su giugno 2013) a fronte di un calo del segmento B del 3,8% e in Europa un aumento del 5,2% rispetto giugno 2013 mentre il segmento cala dell'1,2%. GIULIETTA SCHIACCIA L'ACCELERATORE: +20%. La Giulietta incrementa le vendite di oltre il 20% rispetto a giugno del 2013 in Francia e nel Regno Unito, in un segmento in crescita del 13% in Francia e stabile nel Regno Unito. Prosegue anche a giugno "l'exploit di vendite" della Jeep. Dopo il record di maggio con oltre 100 mila immatricolazioni a livello mondiale, il brand ha registrato in Europa oltre 3 mila vetture (+62%): è il marchio dal maggior aumento percentuale nel mese. Stabile la quota allo 0,2%. Jeep è cresciuto in quasi tutti i mercati: +42,9% in Italia, +69,3% in Germania, +48,5% in Francia, +73,4% nel Regno Unito, +24,3% in Spagna. JEEP SCALA LE CLASSIFICHE. Nei 6 mesi sono state oltre 16 mila le Jeep immatricolate (+43,8%). La quota è stabile allo 0,2%. Grand Cherokee si è confermata nelle prime posizioni del suo segmento: nel primo semestre dell'anno ne sono state registrate quasi 8 mila (+63,2%). Positivo il debutto della Cherokee, che a due mesi dall'inizio delle commercializzazioni sta avvicinandosi alle prime posizioni della classifica di vendite del segmento. I marchi di lusso e sportivi Ferrari e Maserati hanno immatricolato complessivamente 846 vetture in giugno e 4.603 nei sei mesi.

Correlati

Potresti esserti perso