Borsa 130716093918
MERCATI 21 Luglio Lug 2014 1127 21 luglio 2014

Borsa, Piazza Affari e spread live del 21 luglio 2014

Milano soffre. Bundesbank: economia tedesca in calo.

  • ...

Indici di Borsa.

Giornata di sofferenza per Piazza Affari il 21 luglio. L'indice Ftse Mib ha chiuso le contrattazioni con un calo dell'1,48%.
Mediamente i mercati europei hanno perso mezzo punto percentuale (Stoxx 600). A pesare sui mercati è stato un mix di fattori che va dalle tensioni geopolitiche in Ucraina e Medioriente oltre l'allarme della Bundesbank che prevede per la Germania una fase di stagnazione nel secondo trimestre.
SPREAD A QUOTA 163. Gli scambi negativi non hanno però influenzato lo spread tra Btp e Bund, che ha chiuso stabile a quota 163 punti. Il differenziale tra i titoli tedeschi e quelli spagnoli si è attestato a 142 con un tasso al 2,56%.
ASIA POCO MOSSA. Borse di Asia e Pacifico in gran parte poco mosse. Chiusa Tokyo, tra gli altri listini si si sono mostrate deboli Shanghai e poco mossa Seul. Sui mercati hanno pesato non poco le tensioni in Ucraina e nella Striscia di Gaza.

18.06 - SPREAD CHIUDE STABILE A 163. Lo spread tra il Btp e il Bund tedesco chiude stabile a 163 punti base, col tasso sul decennale al 2,77%. Il differenziale della Spagna termina a 142 punti base col rendimento dei Bonos al 2,56%.

17.33 - MILANO CHIUDE IN CALO: -1,48%. Si chiude in calo la seduta della Borsa di Milano: l'indice Ftse Mib ha perso l'1,48% a 20.431 punti. (ANSA).

16.14 - BORSE IN CALO, MILANO -1,34%. Le Borse europee confermano le perdite di metà seduta dopo la partenza in calo di Wall Street (Dow Jones -0,40%). Il listino peggiore si conferma quello milanese (-1,34%) al fianco di Francoforte (-1%). Mediamente i mercati europei perdono mezzo punto percentuale (Stoxx 600). A pesare sui mercati è un mix di fattori che va dalle tensioni geopolitiche in Ucraina e Medioriente oltre l'allarme della Bundesbank che prevede per la Germania una fase di stagnazione nel secondo trimestre.

14.06 - EUROPA SEMPRE PIÙ GIÙ. Borse europee in deciso calo con l'indice d'area Stoxx 600 che ha ceduto quasi mezzo punto. Francoforte (-0,79%) e Milano (Ftse Mib -1,25%) sono state le Piazze che hanno sofferto di più. Hanno pesato sugli indici la Bundesbank che prevede per la Germania una fase di stagnazione ma anche il calo di fatturato e ordini industriali in Italia. I listini poi hanno guardato alle tensioni in Ucraina e a Gaza. A Piazza Affari sono rimaste sotto vendita Wdf (-3%), Ubi (-2,9%) e Bper (-2,4%). Lo spread è restato ancorato a 160 punti.

12.44 - MILANO -0,78%. Piazza Affari a metà giornata è rimasta in deciso calo. Il Ftse Mib ha ceduto lo 0,78% a 20,574 punti in scia anche agli ordini e al fatturato dell'industria in flessione. Maglia nera del listino è stata Wdf (-2,81%) e, a seguire, i bancari Ubi (-2,31%), Bper (-2,2%): quest'ultima venerdì 18 luglio ha chiuso l'aumento di capitale. Sul fronte opposto del listino Mediaset (+0,25%) con Icbpi che ha confermato il buy. In positivo anche A2a (+0,54%) e Snam (+0,92%). Lo spread tra Btp e Bund è sceso in area 160 punti.

10.01 - EUROPA IN CALO NETTO. Borse europee in deciso calo. L'indice d'area Stoxx 600 ha ceduto un quarto di punto. Sulla stessa linea Londra, Parigi, Francoforte e Madrid. Maglia nera è stata Milano che ha perso con il Ftse l'1,03% (a 20,520 punti). A Piazza Affari male soprattutto le banche con Bper (-2,2%), Ubi (-1,65%), Intesa Sanpaolo (-1,25%) e Mediobanca (-1,25%). A livello continentale le maggiori vendite riguardano il settore auto. Lo spread tra Btp e Bund è rimasto in area 164 punti.

9.30 - IN CALO PURE MADRID. La Borsa di Madrid ha aperto in calo dello 0,27% con l'indice Ibex a 10.498,70 punti.

9.28 - PIAZZA AFFARI GIRA IN NEGATIVO. Avvio di settimana in flessione per Piazza Affari. Dopo un inizio in lieve rialzo il Ftse Mib ha ceduto lo 0,51% a 20.638 punti. Giù Bper (-1,98%) che venerdì 18 aveva chiuso l'aumento di capitale. Vendite poi su Yoox (-1,09%), Fiat (-0,77%), Buzzi (-0,89%), Cnh (-1,13%). Tra i pochi rialzi Stm (+0,37%), Mediaset (+0,31%), Snam (+0,65%). Fuori dal paniere principale acquisti su Maire Tecnimont (+4,39%) con l'accordo sul complesso di fertilizzanti negli Usa.

9.18. NEGATIVA ANCHE FRANCOFORTE. La Borsa di Francoforte ha aperto la settimana in territorio lievemente negativo sotto il peso delle tensioni in Medio Oriente e Ucraina. L'indice Dax ha segnato -0,09% a 9.711,68 punti.

9.16 - PARIGI, AVVIO DEBOLE. La Borsa di Parigi ha aperto invariata con l'indice Cac40 a 4.334,62 (-0,02%).

9.09 - LONDRA APRE INVARIATA. Londra ha aperto invariata con l'indice Ftse-100 a 6.749,12 punti.

Correlati

Potresti esserti perso