Economia 25 Luglio Lug 2014 0942 25 luglio 2014

Murdoch vara Super Sky e va su Time Warner

  • ...

Rupert Murdoch dopo la nascita della super Sky Europe è già pronto per un nuovo assalto a Time Warner. Era già tutto previsto. E l'annuncio della nascita di una super Sky europea è arrivato puntuale. I numeri dell'operazione erano già noti agli analisti a inizio settimana e l'annuncio del 25 luglio non ha colto nessuno di sorpresa. La super Sky europea nasce dall'accordo tra il gruppo britannico BSkyB che rilevare dalla Fox di Rupert Murdoch - con 4,9 miliardi di sterline (6,2 miliardi di euro) - le pay Tv del magnate australiano in Germania e Italia: sono stati acquistati il 100% di Sky Italia - che vale 2,45 miliardi di sterline, pari a 3 miliardi di euro - e il 57,4% di Sky Deutschland. UN COLOSSO DA 20 MILIONI DI ABBONATI CHE SERVE PER L'ASSALTO A TIME WARNER Con l'alleanza tra le due reti è nato un colosso europeo da 20 milioni di abbonati in risposta al rallentamento della crescita del mercato britannico. Ma non è solo una questione di quote di mercato. Murdoch solo pochi giorni fa ha tentato l'assalto a Time Warner. Il magnate asutraliano voleva pagare 85 dollari per azione, circa 80 miliuardi di dollari. Ma è stato respinto con perdite dai soci. Adesso, dopo la nascita della Super Sky, potrebbe rafforzare - attraverso i nuovi finanziamenti - anche l'assalto, finora fallito, a Time Warner. TUTTI I NUMERI DELL'OPERAZIONE: A MURDOCH RESTA IL CONTROLLO L'operazione è stata pensata per far sì che Murdoch mantenga il controllo del canale satelittare europeo. La 21st Century Fox, infatti, è integralmente controllata da Rupert Murdoch. Il magnate australiano possiede poi tramite Fox il controllo del 39% di BSkyB. Nel dettaglio, l'operazione prevede che il broadcaster inglese paghi la 21st Century Fox  di Murdoch, che controlla al 100% Sky Italia e al 57,4% Sky Deutschland, in parte con cassa, in parte con debito e in parte attraverso il collocamento di titoli per circa il 10% del capitale. La Fox si è impegnata a mantenere il 39,14% di BSkyB. In particolare, verserà per la pay Tv italiana 2,45 miliardi di sterline cash più la quota detenuta da BSkyB nel National Geographic Channel. L'esborso per la partecipazione di controllo della pay Tv tedesca sarà di 2,9 miliardi di sterline, cui dovrà essere aggiunta un'offerta obbligatoria (Opa) per gli azionisti di minoranza a 6,75 euro per azione. LA SEMESTRALE DI BSKYB: UTILI IN CALO DEL 5,3% BSkyB ha anche annunciato oggi i risultati del bilancio di esercizio concluso a fine giugno. Il gruppo ha segnato ricavi per 7.611 milioni di sterline, con una crescita del 6,5%, un margine operativo lordo di 1.667 milioni (-1,5%) e un utile operativo di 1.260 milioni (-5,3%). Invariato a 60 pence l'utile per azione, con un 7% di crescita nel dividendo, fissato a 32 pence per azione.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso