Susanna Camusso 140721175827
TRASPORTI 28 Luglio Lug 2014 1658 28 luglio 2014

Alitalia, Camusso: «Problema è azionariato»

Uil accusata di battaglia corporativa. «Vertenza chiusa».

  • ...

Susanna Camusso, leader della Cgil.

La Cgil di Susanna Camusso ha accusato la Uil di Luigi Angeletti di condurre su Alitalia una battaglia in difesa di una corporazione, quella dei piloti.
«Penso che i temi che sta proponendo la Uil abbiano un carattere molto corporativo», ha detto Camusso a Gela parlando con la stampa. Temi che «dividono i lavoratori di un'azienda, mentre invece c'è bisogno di tutta la sua unità».
«SE SI RIAPRE IL CONFRONTO, SI RIAPRE SU TUTTO». Secondo il leader della Cgil sarebbe meglio «manifestare solidarietà rispetto al tema del lavoro, anziché del taglio transitorio delle retribuzioni». Al ministro dei trasporti Maurizio Lupi, invece, Camusso ha mandato a dire che «se si riapre un confronto, si riapre su tutto. Non ci può essere un tema su cui si cerca una mediazione e un altro su cui non lo si fa», ha sottolineato la sindacalista, precisando che «la vertenza Alitalia, per quel che riguarda i sindacati, è conclusa».
«AZIONISTI LITIGANO E SCARICANO COLPE SUI SINDACATI». Il tema vero, secondo Camusso, è che «banche, azionisti, Poste stanno continuando a litigare tra loro, e invece di dire qual è il conflitto in corso, cercano di scaricare tutto proprio sui sindacati». A quanti le hanno chiesto se non si stia inducendo Etihad ad andare via, come accaduto con Air France, il segretario della Cgil ha risposto: «Penso che il tema vero sia la questione delle banche, la ricapitalizzazione e l'azionariato. Bisognerebbe invertire l'ordine dei fattori: prima ci dicano quali sono davvero gli accordi e i soci, poi vediamo le conseguenze. Perché purtroppo a pagare sono sempre i lavoratori, che subiscono le conseguenze di piani industriali sbagliati, come quello figlio dell'accordo voluto da Berlusconi».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso