Obama 140718202808
ECONOMIA 30 Luglio Lug 2014 1330 30 luglio 2014

Crisi Usa, Pil vola al 4% nel secondo trimestre

Settore privato, creati 218 mila nuovi posti di lavoro.

  • ...

Il presidente americano Barack Obama.

L'economia americana nel secondo trimestre è cresciuta del 4%. Il dato è migliore delle attese degli analisti. Lo ha comunicato il dipartimento del Commercio, rivedendo il dato dei primi tre mesi quando il Pil è calato del 2,1% invece del -2,9% stimato in precedenza.
EXPORT +9,5%. A spingere il Pil americano sono stati i consumi, che sono saliti del 2,5%. Le spese delle aziende sono aumentate del 5,9%. Le esportazioni sono salite del 9,5% e le importazioni dell'11,7%.
Le spese del governo sono salite dell'1,6%. Il dato sul Pil non dovrebbe influenzare la Fed, che il 30 luglio ha in programma di comunicare le proprie decisioni di politica monetaria che dovrebbero confermare un nuovo freno agli aiuti, con una riduzione degli acquisti di asset di 10 miliardi di dollari a 25 miliardi di dollari.
IL PIL POTREBBE INFLUENZARE LA FED. Il Pil, però, potrebbe influenzare l'esame della Fed su quando alzare i tassi di interesse.
La cattiva notizia è arrivata dal mondo del lavoro, dove il settore privato ha creato in luglio 218 mila posti, sotto le attese degli analisti. È quanto emerso dal sondaggio dell'Adp. I dati ufficiali sul mercato del lavoro sono attesi per venerdì primo agosto.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso