Ferruccio Bortoli Direttore 140731134837
EDITORIA 31 Luglio Lug 2014 1345 31 luglio 2014

Corriere della Sera, de Bortoli lascia nella primavera 2015

Da Rcs ricca buonuscita da 2,5 mln.

  • ...

Ferruccio de Bortoli, direttore del Corriere della Sera.

I rumors alla fine sono stati confermati: Ferruccio de Bortoli lascia il Corriere della Sera.
Il direttore dello storico quotidiano, entrato nel gruppo nel 1973 e in carica dal 1997 al 2003 e di nuovo a partire dal 2009, è pronto ad abbandonare nella primavera del 2015. E a farlo a fronte di una ricca buonuscita da 2,5 milioni di euro, come annunciato dalla stessa Rcs in un nota.
L'accordo è stato approvato dal Consiglio di amministrazione di Rcs MediaGroup, che ha chiesto a de Bortoli di rimanere fino alla prossima assemblea sul bilancio 2014, «al fine di assicurare il completamento di importanti progetti editoriali», e di «partecipare al processo di individuazione del nuovo direttore».
ALLA GUIDA DEL CORRIERE PER 12 ANNI. Nella nota diramata, l'azienda di Via Rizzoli ha espresso «pieno apprezzamento per il lavoro svolto in 12 anni complessivi di direzione» da de Bortoli e «sentita gratitudine per il suo apporto».
«La risoluzione del rapporto contrattuale comporterà per Rcs MediaGroup nell'esercizio 2014 oneri non ricorrenti per circa 2,5 milioni», si legge nel comunicato sui conti semestrali. Nella nota è stato ricordato poi che il gruppo editoriale ha annunciato di aver «concordato» de Bortoli la «conclusione della sua lunga esperienza alla conduzione del Corriere della Sera». «De Bortoli», ha precisato ancora Rcs, «rimarrà alla guida de Il Corriere della Sera fino alla data della prossima assemblea ordinaria della società che approverà il bilancio 2014 (primavera del 2015)».
CALABRESI NUOVO DIRETTORE? E intanto tornano a susseguirsi le voci su chi potrebbe prendere le redini del giornale e cominciare così l'era post-Ferruccio.
Da mesi viene indicato come futuro direttore responsabile Mario Calabresi, che ora guida la redazione de La Stampa. Il suo nome è ben visto dalla famiglia Agnelli. A capo del quotidiano torinese arriverebbe Massimo Gramellini.
Per la vicedirezione del Corsera sarebbe papabile Aldo Cazzullo, uno degli inviati di punta di via Solferino.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso